Olanda, nuovi tagli da 6 miliardi di euro: si teme la perdita della Tripla A

E-mail Stampa PDF

Nuovi tagli in arrivo per l'Olanda: il governo ha infatti raggiunto l'accordo per nuove misure da oltre sei miliardi di euro, ad annunciarlo è stato il ministro delle Finanze Jeroen Dijsselbloem.

  

Il target primario, il fattore determinante in questa vicenda, è ovviamente il tetto del deficit a livello europeo per il 2014. Un taglio al budget, quindi, che è stato discusso a lungo dal governo e che sarà mostrato in tutti i suoi dettagli il prossimo 17 settembre. La volontà è quella di tenere il deficit sotto la soglia del 3% e, al contempo, di continuare a 'tutelare' l'alto rating del Paese.

Un lavoro certosino, quello olandese, che ha portato a questa nuova tornata di tagli con un accordo bipartisan tra i partiti: le previsioni del governo, d'altro canto, avevano segnalato il rapporto deficit/Pil al 3,9% per il prossimo anno, aumentano le precedenti statistiche che parlavano di un 3,7%. Molto ancora è da fare ma, in questi numeri, non sono implementanti i sicuri futuri tagli che continueranno a caratterizzare l'operato del governo.

Le agenzie di rating, per ora, restano guardinghe pur mantenendo il Paesi Bassi nel ristrettissimo club della tripla A; il messaggio, tuttavia, è stato lanciato e quell'outlook negativo imposto sul Paese è il più chiaro degli avvertimenti.

Authors: InvestireOggi.it

Leggi originale su: http://it.ibtimes.com/articles/54942/20130828/olanda-dijsselbloem-tagli-deficit-europa-rating-agenzie-tripla-a.htm

 

Menu Principale

Risorse Utili