Bolla immobiliare norvegese, prezzi delle case gonfiati fino al 40%

E-mail Stampa PDF

Da quanto emerge dal Rapporto del Fondo Monetario Internazionale, la Norvegia si trova in una delle più grandi bolle immobiliari al mondo, con prezzi gonfiati fino al 40%. Nell'ultima valutazione del nordico paese, il FMI ha stimato una sopravvalutazione dei prezzi delle case norvegesi del 15-20%, rispetto agli ultimi dati stimati nel 2011, piazzando così la Norvegia solo dietro al Canada, in termini di dimensioni della bolla immobiliare.

  

In vista delle prossime elezioni politiche, che si terranno il 9 settembre, Erna Solberg, leader dei conservatori norvegesi propone "una consistente correzione dei prezzi che potrebbe avere un impatto significativo sull'economia, smorzando i consumi e gli investimenti residenziali. Un impatto negativo potrebbe essere rilevante dato l'alto livello di indebitamento delle famiglie" (per alcune di esse il rapporto fra debito e reddito supera il 500%). L'impegno del candidato primo ministro è quello di invertire le regole che oggi rendono le banche norvegesi miopi nella concessione di mutui.

La Norvegia ha proposto di triplicare, per le banche, la ponderazione del rischio sui mutui al 35%, così da diventare il più alto nella regione nordica e da provocare un aumento dei costi di prestito. Il Financial Services Authority ha, inoltre, abbassato il limite del valore del prestito dei mutui all'85%, il che provoca non poche difficoltà ai giovani che vogliono ottenere una casa di proprietà.

I prezzi delle case norvegesi sono aumentati del 71% dal 2005, secondo la Statistics Norway: molto è dovuto probabilmente alla ricchezza generata dalla scoperta e dallo sfruttamento della ricchezza petrolifera del Paese, che ha ovviamente spinto al rialzo la crescita economica e i salari, e quindi le capacità di spesa.

Per il Fondo Monetario Internazionale, i prezzi delle case, al netto dell'inflazione, sono aumentati del 6% tra il 2010 e il 2012, a fronte di un aumento del reddito disponibile delle famiglie del 3,8 tra il 2008 e il 2012. La norvegese Real Estate Association comunica che i prezzi al metro quadro sono passati da 13.000 corone norvegesi nel 2000 a 31.600 corone norvegesi nel 2013. Due anni fa, in occasione dell'ultimo rapporto elaborato dal FMI, i prezzi erano di 27.700 corone norvegesi. 

 

 

Authors: InvestireOggi.it

Leggi originale su: http://it.ibtimes.com/articles/55443/20130906/bolla-immobiliare-norvegia-mutui.htm

 

Menu Principale

Risorse Utili