Cina: il rallentamento dell'inflazione apre le strade ad una possibile stabilizzazione economica

E-mail Stampa PDF

Rispetto alle attese, i dati prospettano una possibile stabilizzazione per l'economia cinese per la seconda metà dell'anno: l'inflazione, nel mese d'agosto, è rimasta contenuta, attestandosi intorno al 2,6%, secondo quanto diffuso dall'Ufficio Nazionale di Statistica cinese.

  

Una situazione piuttosto positiva per il paese, dovuta in particolare all'aumento dell'indice dei prezzi al consumo, negativo fino allo scorso anno, che registra una crescita del 2,6% su base annua e dello 0,5% su base mensile, e al calo dell'indice dei prezzi alla produzione, sceso sulla soglia dell'1,6% e che ha consolidato la contrazione già registrata a luglio del 2,3%. A questi nuovi segnali di rafforzamento, si aggiungono un aumento delle esportazioni del 7,2% e la crescita delle importazioni del 7%. Questi numeri, che battono le attese e che sembrano avviare verso una crescita più solida, lasciano ampie possibilità di manovre politiche: una minore pressione inflattiva, infatti, ha permesso al governo cinese di disporre di un maggiore spazio per l'attuazione di manovre di politica economica, quali l'introduzione di esenzioni e agevolazioni fiscali, che sono state in grado di stimolare l'avvio verso il consolidamento dell'economia.

 La crescita economica è sì lenta, ma proprio questa debolezza permetterà di contenere, per qualche tempo, le pressioni sui prezzi. Lo stesso Premier cinese Li Keqiang  da tempo ribadisce la necessità di un tasso di crescita più sostenibile per l'economia, attraverso l'adozione di un approccio olistico che sia in grado di perseguire una crescita costante ed un adeguamento strutturale, anziché continuare con il vecchio modello basato solo su elevati consumi ed investimenti.  Pechino, dunque, si trova ad affrontare una situazione non facile: da una parte, deve porre le basi sulle quali l'economia possa impostare una possibile ripresa di slancio, ma dall'altra deve tenere sotto controllo il costo della vita, perché possibili rialzi inflazionistici potrebbero creare tensioni e  malcontento sociale. 

Authors: InvestireOggi.it

Leggi originale su: http://it.ibtimes.com/articles/55552/20130909/inflazione-economia-cinese-stabilizzazione.htm

 

Menu Principale

Risorse Utili