Twitter sposa Wall Street: ecco il primo passo ufficiale per lo sbarco in Borsa

E-mail Stampa PDF

Twitter si prepara per sbarcare in borsa: dopo mesi fatti di semplici rumors che si susseguivano, oggi arriva il primo passo concreto da parte della società. La compagnia, infatti, ha presentato alla Sec - Securities and Exchange Commission - la documentazione preliminare per l'Initial public offering.

  

"Abbiamo inviato, in via confidenziale, un S1 alla Sec per una Ipo programmata" si legge in un tweet dell'account ufficiale.

La presentazione della documentazione 'S1' è prevista, dal 2012, per tutte le società con ricavi annuali inferiori al miliardo di dollari: varato da Obama, il "Jobs Act" ("Jumpstart Our Business Startups") tende la mano alle società 'medio-piccole' desiderose di incontrare il mercato pubblico. Il ricorso al "Jobs Act" permette, quindi, l'avvio delle procedure legate all'Ipo concedendo, al contempo, 'segretezza e confidenzialità' sulla manovra fino a tre settimane prima della presentazione della 'roadshow' per gli investitori. La mossa è congeniale al principale dettame voluto da Jack Dorsey e compagni: è indispensabile mantenere un profilo il più basso possibile.

Il caso dell'Ipo di Facebook è ancora ben stampato nella mente di tutti: Twitter vuole, nella maniera più assoluta, non replicare quell' 'arroganza' mostrata dal noto social network nel percorso che l'ha portato allo sbarco a Wall Street. Durante la prima parte di questo 2013 la società del 'bluebird' era valutata circa 10 miliardi di dollari nelle transazioni private: voci di corridoio fissano il valore della futura Ipo vicino ai 15 miliardi di dollari. Sui mercati privati, d'altronde, le quotazioni di Twitter, prima della notizia dell'invio della documentzione, erano date a $26 per i grandi lotti e a $28 per quelli piccoli, portando il totale tra i 13,7 ed i 14,4 miliardi di dollari.

In soli sette anni di vita la società di San Francisco è riuscita a creare un nuovo standard di informazione in grado di primeggiare nel campo delle breaking news e dei commenti istantanei con una base di utenza da 200 milioni di utenti attivi al mese. Dietro il successo, comunque, gli investitori più esperti vedono un solido modello di business e una buona appetibilità per futuri investitori. La Emarketer, azienda che conduce ricerche e studi sulle più disparate società, ha anticipato come - secondo le stime - Twitter raddoppierà i ricavi questo anno fino a quota 583 milioni di dollari.

Jack Dorsey, fondatore di Twitter, ha scelto il profilo basso per questo nuovo, fondamentale, passo della sua azienda: il successo dell'azienda, però, è dato come 'sicuro' da più di un investitore e questo altro non fa che aumentare l'hype per questa importante quotazione a Wall Street. I tempi tecnici dovrebbero condurre alla quotazione prima della fine del 2013: Mr. Zuckerberg e compagni sono stati avvisati.

Authors: InvestireOggi.it

Leggi originale su: http://it.ibtimes.com/articles/55775/20130913/twitter-usa-wall-street-borsa-ipo-sec-jobs-act-s1-business-ricavi-facebook-zuckerberg.htm

 

Menu Principale

Risorse Utili