Dall'ECOFIN via libera al primo pilastro dell'Unione Bancaria

E-mail Stampa PDF

Il Consiglio ECOFIN, la formazione che riunisce i ministri dell'Economia, delle Finanze e del bilancio dell'Unione Europea, ha approvato i regolamenti UE che rappresentano il calcio d'inizio per il sistema unico di sorveglianza bancaria. L'accordo riprende quello concordato e già approvato in prima lettura dal Parlamento europeo la scorsa primavera.

  

Al centro del meccanismo vi sarà la Banca centrale europea, che gestirà il sistema attraverso un consiglio di supervisione ma in modo completamente separato dagli altri meccanismi decisionali che attualmente dirigono la politica monetaria dell'area dell'euro, affiancandosi ai sistemi di vigilanza già adottati dagli Stati membri.

Il nuovo sistema entrerà in vigore presumibilmente nell'autunno del 2014, ammesso che l'approvazione definitiva arrivi entro breve, e supervisionerà sia le banche dell'Eurozona che quelle degli altri Paesi europei che decideranno di aderirvi. In particolare, per andare incontro alle richieste della Germania, le banche che saranno supervisionate dalla Banca Centrale Europea saranno quelle giudicate "sistemiche", ovvero di dimensioni particolarmente rilevanti, mentre le altre resteranno alle autorità nazionali che comunque saranno informate alle decisioni dell'Eurotower. A vigilare sulle attività del Consiglio di supervisione vi sarà il consiglio dei governatori della stessa BCE.

L'entrata in funzione del sistema di sorveglianza bancaria è fondamentale in quanto condizione necessaria per attivare il cosiddetto fondo salva stati ESM, che potrà ricapitalizzare direttamente le banche in crisi. In questo modo si tenterà di spezzare il circolo vizioso che ha caratterizzato la crisi dell'eurodebito degli anni scorsi, evitando che le crisi bancarie costringano i governi a salvare gli istituti di credito per evitare che l'effetto domino faccia cadere lo stesso paese. Il ministro delle finanze tedesco Wolfgang Schäuble ha comunque escluso che la ricapitalizzazione possa avvenire retroattivamente, ovvero per le banche giudicate in difficoltà prima dell'entrata in vigore della nuova legislazione.

Quello approvato oggi è soltanto il primo pilastro della cosiddetta Unione bancaria, ovvero il progetto di stabilizzazione del settore finanziario all'interno dell'Unione: il presidente della Commissione Europea Josè Manuel Barroso ha ricordato che è urgente trovare un accordo anche sul meccanismo unico di risoluzione e sulle garanzie sui depositi, punti su cui la Germania ha espresso dubbi di aderenza con i trattati europei.

Authors: InvestireOggi.it

Leggi originale su: http://it.ibtimes.com/articles/57549/20131015/ecofin-unione-bancaria.htm

 

Menu Principale

Risorse Utili