Abolizione Imu, spunta l'ipotesi aumento accise carburanti

E-mail Stampa PDF

Ci sono incrementi per scopi sociali, come per il terremoto in Emilia o quello dell'Aquila, ma ce ne sono altri dovuti, ad esempio, al finanziamento della guerra nel Libano ('83), della missione in Bosnia ('96) e della guerra d'Etiopia ('35-'36).

  

Stiamo parlando delle voci che insieme compongono l'accisa sui carburanti, imposta che nel prossimo futuro potrebbe anche aumentare per 'colpa' dell'Imu. Com'è ormai noto l'ex Pdl, ora separato in casa tra Forza Italia e Nuovo Centrodestra, ha fatto della tassa municipale introdotta dal governo del tecnico Mario Monti un'arma impropria, un punto fermo con cui hanno, e tutt'ora tengono, il governo sotto scacco. La promessa elettorale di Berlusconi e dei suoi accoliti, l'abolizione totale dell'imposta, è diventata infatti con il 'matrimonio' delle larghe intese terreno fertile per continue minacce all'esecutivo Letta, 'obbligato' a cancellarla per venire incontro all'intransigenza degli ex Pdl.

L'argomento Imu, passato in secondo piano nel centrodestra a causa della decadenza del leader di Forza Italia, è tornato alla ribalta giovedì quando il Cdm che avrebbe dovuto approvare l'abolizione della seconda rata è finito, almeno in questo senso, in un nulla di fatto. A far slittare i lavori è un ammanco alla copertura di 314 milioni di euro, relativi ai mancati introiti sui terreni agricoli. Subito si sono agitate le frange più estreme dei berluscones (Brunetta, Gasparri, Capezzone) che hanno 'bacchettato' il ministro De Girolamo, ricordando che l'accordo sull'Imu riguarda una abolizione completa, non parziale.

Così, al fine di trovare i soldi che mancano alla 'coperta', in una bozza del dl resa nota dall'Ansa si apprende che il governo starebbe pensando ad un aumento delle accise sui carburanti a partire dal 2015. L'obiettivo, riporta sempre l'agenzia di stampa, è quello di "determinare maggiori entrate nette non inferiori a un miliardo e mezzo per il 2015", mentre tra le misure per la cancellazione della seconda rata Imu spunta anche un aumento (fino al 128% nel 2013 e al 127% nel 2014) dell'acconto Ires (imposta sul reddito delle società) per assicurazioni e banche.   

 

Authors: InvestireOggi.it

Leggi originale su: http://it.ibtimes.com/articles/59303/20131122/imu-rata-abolizione-accise-carburanti-governo.htm

 

Menu Principale

Risorse Utili