S P's livella l'Europa: downgrade Paesi Bassi, addio alla Tripla A mentre la Spagna guida la riscossa

E-mail Stampa PDF

In Europa sembra essere in atto un vero e proprio livellamento del 'terreno di gioco'. In uno scenario fatto promontori elevati (i Paesi del nord con la loro 'salute economica') e di zone lacustri (ex PIIGS) esistono due vie da percorrere, non necessariamente alternative, per pareggiare la situazione ed arrivare ad un livello comune: far scendere i primi e/o rialzare i secondi. Gli ultimi dati macroeconomici e le news legate all'agenzia di rating Standard&Poor's stanno lavorando proprio in questa duplice direzione. L'agenzia di rating, con le sue ultime revisioni, ha premiato Spagna e Cipro penalizzando - al contempo - i Paesi Bassi.

  

La 'bocciatura' fa scalpore visto che chiama fuori dal sempre più elitario club europeo della Tripla A l'ennesimo componente: di quel folto gruppo oggi ne permane poco più che un fantasma. Erano rimasti in quattro: la potente Germania, la Finlandia, il Lussemburgo ed i Paesi Bassi. Ora sono in tre e, tra gli addetti, la mente vola timorosa agli scritti di Agatha Christie.

Il merito creditizio scende, di un gradino, da quella famosa Tripla A all'attuale AA+ (outlook stabile). Uno smacco pesante, molto più 'doloroso' per il lato psicologico che per quello concreto dei numeri. S&P's, d'altronde, parla di un ritorno dell'economia ai livelli del 2008 non prima del 2017: tanto, troppo tempo per questo Paese in cui nemmeno il forte contributo delle crescenti esportazioni riesce "a compensare la debole economia domestica". Quella formula magica chiamata austerità, mutuata dalla mai doma Germania, ha spinto il Regno più vicino agli altri Stati: non facendo salire questi ultimi, ovviamente, ma facendo inciampare, e scendere, i Paesi Bassi stessi.

Per un Paese che scende, nell'ottica del duplice modello di livellamento di cui sopra, due risalgono la china: parliamo della Spagna e di Cipro. La 'promozione', infatti, è arrivata anche per Nicosia che - nei giudizi di Standard&Poor's - sale da CCC+ a B- nel giudizio di lungo periodo. Un piccolo passo avanti, un gradino riguadagnato, che porta l'isola dalla classe "Rischi sostanziali" a quella "Altamente speculativa": i rischi, insomma, permangono ma non si può non notare un lieve allentamento della tensione finanziaria in quel di Nicosia.

Ripresa della crescita economica, minori rischi di una classificazione a 'junk' (spazzatura) da parte delle agenzie di rating e comprovati sforzi per riordinare le finanze del Paese: questi sono gli elementi positivi che hanno spinto l'agenzia di rating S&P's non solo alla conferma del merito di credito della Spagna a BBB- (A-3 nel breve periodo) ma anche a quell'importante (in prospettiva) cambio di outlook dal precedente "negativo" all'attuale "stabile". "Osserviamo miglioramenti nella posizione estera della Spagna con la crescita economica che gradualmente si riprende" spiega l'agenzia a margine della rimozione di quell'outlook negativo che le aveva affibbiato nell'ottobre del 2012. "Inoltre, altri parametri del credito si stanno stabilizzando, a nostro avviso, grazie a riforme di bilancio e strutturali a cui si aggiungono le politiche di sostegno della zona euro".

Il mutamento in Europa sembra, insomma, decisamente in atto: la rivalsa dei 'Paesi del Sud' potrebbe essere iniziata. Il trend - ovviamente - è alquanto fragile: nuovi scossoni - europei o extra-europei - potrebbero rimettere in discussione l'intero processo di appianamento ma questo non nasconde quanto si sta registrando ora. Il sostanziale divario Nord-Sud è in decisa riduzione: gli ultimi incalzano, i primi (con alcune 'doverose' eccezioni) tentennano. Finlandia e Germania saranno, probabilmente, sempre inarrivabili ma si deve essere necessariamente faziosi per non notare come questi Paesi siano ormai rimasti, sostanzialmente, soli.

Authors: InvestireOggi.it

Leggi originale su: http://it.ibtimes.com/articles/59580/20131129/standard-and-poor-s-tagli-rating-downgrade-paesi-bassi-olanda-tripla-a-spagna-outlool-cipro-economia.htm

 

Menu Principale

Risorse Utili