Stabilità, il testo va alla Camera: 'alleggerita' la webtax, caos sull'emendamento 'salva De Benedetti'

E-mail Stampa PDF

La Commissione bilancio della Camera, abbandonata da M5s e Fi, ha dato l'ok alla Legge di Stabilità a notte fonda, così che mercoledì il testo possa arrivare in Aula per la discussione. Il governo, come ha già detto Pierpaolo Beretta, sottosegretario all'Economia, potrebbe porre la fiducia, come in Senato, anche a Montecitorio. Sarebbe, sommata a quelle poste da aprile ad oggi, la dodicesima per Letta. Ma quali sono le modifiche principali apportate alla Manovra?

  

Innanzitutto si parte dalla 'web tax' (ribattezzata anche come 'Google tax') che era stata introdotta nel testo dal una serie di firmatari proveniente da Pd, Sel e Gruppo Misto, il più 'famoso' sicuramente Francesco Boccia, democrat e presidente della Commissione bilancio. Contrario alla tassa si era detto il neo segretario Pd Matteo Renzi, che in più d'un occasione ha chiesto che se ne togliesse ogni riferimento dal testo della Manovra. "Ho già detto all'assemblea di domenica che per me la web tax è un errore. Nelle prossime ore lo spiegheremo in una nota scritta, certo, c'è il tema della tassazione dei servizi online, è giusto evitare l'elusione da parte delle grandi piattaforme informatiche" aveva detto il sindaco durante una delle sue dirette twitter, sostenendo però che la cosa non può essere risolta con "una battaglia di principio che fa l'Italia". Ascoltato parzialmente il segretario, la Commissione ha modificato l'emendamento presentato da Boccia e da altri dieci deputati alleggerendolo ed eliminando l'obbligo di partita Iva per le società dell'e-commerce, lasciandolo però invariato sul diritto d'autore e gli spazi pubblicitari.

Altri punti riguardano certamente la cosiddetta mini-Imu, il cui pagamento è stato fatto 'scivolare' dal 16 al 24 gennaio prossimo, l'introduzione di incentivi e bonus che saranno destinati alla stabilizzazione dei dipendenti precari dei call centre, il 95% di rivalutazione per le pensioni che si attestano tra i 1500 euro e i 2000, il rifinanziamento, con 50 milioni di euro, del Fondo integrativo statale relativo alle borse di studio e un'ulteriore spesa di 950 milioni di euro dal 2014 al 2020 per 'salvare' altri 17 mila esodati.

E ancora: ok alla sanatoria sulle spiagge, possibilità di pagare le cartelle di Equitalia senza interessi purché vengano liquidate entro il 28 febbraio prossimo in un'unica soluzione, approvato l'emendamento sugli stadi (come nella prima versione è confermato un finanziamento al Fondo di garanzia dell'Istituto di credito sportivo di 45 milioni di euro, stretta però su deroghe e costruzioni di edilizia residenziale connesse al lavoro principale) e due 'rate' da 30 milioni (2014) e 50 milioni (2015) per finanziare le scuole di specializzazione medica.

Approvato anche l'emendamento relativo al taglio del cuneo fiscale (che interessa non più solo aziende e dipendenti ma anche alle piccole imprese, ai professionisti e ai pensionati), con l'ok all'istituzione del 'Fondo taglia-cuneo' che sarà rimpinguato con quanto risparmiato dalla spending review e da quanto recuperato dalla lotta all'evasione fiscale. Sarà aumentata, inoltre, l'imposta di bollo sui depositi titoli a 14 mila euro per le imprese, mentre sarà prevista, sulla rivalutazione delle quote di Bankitalia, una tassazione al 12%.

Come già specificato, i lavori notturni della Commissione si sono svolti ad 'organico ridotto', questo perché il MoVimento 5 Stelle e Forza Italia hanno abbandonato dopo l'approvazione di un emendamento che stando a quanto riferito non obbligherebbe più, sulla costruzione di una centrale elettrica, a pagare gli oneri di urbanizzazione. Una misura, quest'ultima, che secondo entrambi i gruppi si può tradurre come 'salva De Benedetti' e Sorgenia, società che con due sentenze del Tar è stata obbligata al pagamento degli oneri di urbanizzazione.

 

Authors: InvestireOggi.it

Leggi originale su: http://it.ibtimes.com/articles/60419/20131218/stabilita-camera-commissione-approvato-emendamenti-sorgenia-pensioni-esodati.htm

 

Menu Principale

Risorse Utili