Banca Carige - Consob, la guerra sui bilanci e quei €674 milioni di perdite sottostimate

E-mail Stampa PDF

Tra Consob e Banca Carige è - letteralmente - guerra aperta. Tutto iniziava i primi giorni di novembre quando la Commissione di Giuseppe Vegas (presidente Consob) notificava alla banca tutti i suoi sospetti sulla conformità del bilancio consolidato e d'esercizio 2012 e di quello consolidato semestrale al 30 giugno 2013. La nota spiegava come la Commissione abbia "formulato l'ipotesi di sussistenza di profili di criticità" nei due documenti. Presunta non-conformità che, ora, diventa accertata: le perdite contabilizzate dalla Carige sono state sistematicamente sottostimate, portando all'occultamento di un buco da circa 674 milioni di euro.

  

Il procedimento di accertamento avviato dalla Consob lo scorso 10 gennaio, dunque, ha contornato di certezze quei dubbi emersi alla fine dello scorso anno. Banca Carige, ovviamente, non ci sta e avvisa subito di "non condividere il giudizio di non conformità" e, aggiunge, impugnerà la delibera. I nuovi vertici ed i passati (come l'ex presidente Berneschi) difendono le valutazioni fatte nei bilanci: tutto è, secondo loro, perfettamente aderente alla realtà dei fatti. Eppure la Consob insiste: le valutazioni degli avviamenti e delle partecipazioni in Carige Vita Nuova e Carige Assicurazioni sono profondamente inesatte e mostrano quei 'profili di criticità' di cui sopra. Anche la partecipazione in Bankitalia, d'altronde, non sfugge al meccanismo e appare - ora - del tutto inappropriata. Le perdite consolidate del 2012, che la banca ha dichiarato pari a 62,5 milioni di euro, salgono 'magicamente' a 133,4 milioni: un +113% di pura 'metodologia'. Ma ancora: se le perdite segnate da Carige per il primo semestre ammontavano a 29,3 milioni, il report della Consob le ristima - e qui c'è da tenersi forte - in una forchetta che va dai 567,7 ai 601,5 milioni di euro. Un vero e proprio abisso tra le due 'stime' che fa vacillare il concetto di 'buona fede' da parte della Banca nel calcolare le perdite. Le rettifiche più consistenti dell'Authority parlano di 889,6 milioni di euro per le attività disponibili per la vendita e di 826 milioni per le riserve di valutazione.

Carige, come detto, prova a difendersi dall'attacco frontale della Commissione di Vegas: le valutazioni degli avviamenti, ad esempio, non sono affatto il risultato di "automatici criteri e formule standard". Ogni singola valutazione deriva, insomma, non da una 'fredda' formula inserita in un computer ma da 'analisi complesse' costruite ad hoc per la situazione. Il muro contro muro continua, e sarà duraturo. Intanto la Consob ha chiesto a Carige di pubblicare le violazioni accertate e di "[evidenziare] gli effetti che una contabilizzazione conforme alle regole avrebbe prodotto sulla situazione patrimoniale, sul conto economico e sul patrimonio dell'esercizio 2012 e del primo semestre 2013". Il guanto di sfida è stato lanciato e la banca sembra intenzionata a raccoglierlo: la vicenda, insomma, avrà in riserbo altri colpi di scena per l'affollata platea di spettatori.

Authors: InvestireOggi.it

Leggi originale su: http://it.ibtimes.com/articles/61647/20140123/consob-vegas-commissione-bilancio-banca-carige-perdite-valutazioni-sottostima.htm

 

Menu Principale

Risorse Utili