Quando la politica fiscale è un aiuto di stato: Almunia bacchetta Irlanda e soci

E-mail Stampa PDF

Il commissario europeo per la concorrenza Joaquin Almunia ha dichiarato lo scorso 5 febbraio, durante una conferenza stampa, che le politiche fiscali di alcuni paesi verranno esaminate come possibili aiuti di stato. Molte imprese multinazionali riescono infatti a ridurre le tasse sui profitti ottenuti rimanendo all'interno dei confini della legalità semplicemente stabilendo la sede nel paese a loro più favorevole. Verrà dunque verificato se i Paesi hanno utilizzato i fondi pubblici per mantenere basse le aliquote sulle imprese, al fine di incentivarle a pagare le tasse all'interno del loro sistema fiscale piuttosto che negli altri.

  

Le dichiarazioni di Almunia muovono senz'altro un passo avanti nella giusta direzione, verrebbe però da chiedersi se tali provvedimenti condurranno mai a qualche risultato concreto.

La struttura stessa dell'Unione Europea genera per costruzione questo tipo di problematiche. La libera circolazione di persone, merci, servizi e capitali non è stata affiancata dall'unione fiscale; ciò comporta che le imprese trovano più vantaggioso il paese con la minore pressione fiscale e vi stabiliscono la propria sede, potendo operare sullo stesso mercato.

Ultimo caso in ordine cronologico, è quello di Yahoo Italia, che da marzo trasferirà la sede di tutte le attività relative a Europa, Africa e Medio Oriente in Irlanda, da dove la compagnia gestirà il servizio per diversi paesi.

Anche qualora non vi fosse una politica volta ad utilizzare i fondi pubblici per mantenere bassa la tassazione sui profitti, rimane il problema di profitti ottenuti in un paese dell'unione che finiscono nel sistema fiscale di un altro semplicemente a fronte di una tassazione più bassa.

Il problema dell'armonizzazione fiscale all'interno dell'unione è dunque strutturale e andrà risolto politicamente con le tempistiche e le problematiche connesse.

Le conseguenze sulla concorrenza di diversi sistemi di fiscali andavano, forse, previste e considerate in fase di definizione dell'architettura dell'unione. I controlli dell'antitrust sembrano, quindi, non risolvere il problema e sembra difficile poter distinguere se una politica fiscale possa essere aiuto di stato o una manovra per favorire l'imprenditoria e la competitività diminuendo i costi per le aziende.

Authors: InvestireOggi.it

Leggi originale su: http://it.ibtimes.com/articles/62536/20140212/almunia-tasse-europa-aiuti-stato-fisco.htm

 

Menu Principale

Risorse Utili