Se il Regno Unito molla l’UE, Londra sarà fuori dal mercato unico: un grosso guaio per le banche

E-mail Stampa PDF

La Vice Presidente della Commissione Europea, Viviane Reding, con il suo discorso all'Università di Cambridge fornisce una risposta definitiva alla Gran Bretagna e a tutti quei Paesi dell'UE intenzionati ad abbandonare la Comunità Europea. La Vice Presidente inizia con delle affermazioni molto forti sottolineando a chiare lettere la potenza della realtà europea e la perdita dei vantaggi che derivano dal suo abbandono.

  

Ms Reding, infatti, dichiara che la Gran Bretagna perderà senza alcun dubbio il libero accesso al mercato unico ed, in particolar modo, le sue banche non riusciranno più così facilmente ad intrattenere  rapporti commerciali con il terzo mercato più importante al mondo. I Paesi dell'UE non avranno ovviamente alcun interesse ad avvantaggiare un centro finanziario offshore loro competitore. Inoltre, Ms Reding, ricorda anche che la Gran Bretagna oltre a perdere tutti i vantaggi derivanti dalla libera circolazione delle merci, del capitale e delle persone, non avrà più alcun diritto né modo di influenzare la regolamentazione europea e di certo non saranno gli altri Stati della Comunità Europea a fare gli interessi di Londra.

Di tutta risposta gli euroscettici del Regno Unito dichiarano che il loro Paese, nonostante, l'uscita dall'UE riuscirebbe comunque a strappargli degli accordi commerciali vantaggiosi, così come fece la Svizzera, in modo tale da mantenere tutti i vantaggi derivanti dall'appartenenza all'unione economica ma senza dover subire interferenze con le proprie politiche interne. Per la Vice Presidente queste sono argomentazioni fallimentari e, soprattutto, ribadisce che non è in alcun modo possibile beneficiare del libero commercio di merci, capitali e persone senza essere aperta e disponibile nei confronti dei cittadini europei che decidono di sfruttare le opportunità che una tale apertura gli offre.

In poche parole, è facile essere euroscettici e appoggiare con le più variegate argomentazioni l'uscita dall'Unione Europea, quando poi non si vogliono affrontare con altrettante serie proposte le conseguenze che da tale decisione deriverebbero. O soprattutto, affermare che la soluzione è abbandonare il nemico per poi allearcisi con accordi più vantaggiosi. D'altra parte, però, l'alta rappresentanza dell'UE non può gridare a gran voce alla vicina nascita degli Stati Uniti d'Europa quando il punto di partenza per la completa realizzazione di tale progetto, mi riferisco alla moneta unica, necessita di un'elaborata restaurazione.

Authors: InvestireOggi.it

Leggi originale su: http://it.ibtimes.com/articles/62761/20140218/gran-bretagna-ue-mercato-unico-vice-presidente-commissione-europea-viviane-reding-vantaggi-economici.htm

 

Menu Principale

Risorse Utili