L'Italia è una Repubblica fondata sulla "non punibilità". Anche con Renzi

E-mail Stampa PDF

Nell'Italia in cui le promesse non solo non vengono mantenute, ma completamente ribaltate, accade anche questo: mentre nella legge Stabiità si mettono a bilancio i desideri ("recupero evasione fiscale" da 3,8 miliardi di euro), ecco che nel decreto sull'abuso di diritto arrivano notizie che faranno felici i soliti noti. Si tratta delquarto provvedimento alla delega fiscale dopoaccise sui tabacchi, riforma del catastoedichiarazione precompilata, nato teoricamente per tracciare una linea, fin qui poco marcata, tra condotte lecite e illecite e rideterminare le sanzioni. In realtà va nel senso che conosciamo da anni: meno reati per tutti.

  

Prendiamo le false fatture (frode mediante uso ed emissione di fatture per operazioni inesistenti): la pena prevista va da un minimo di 18 mesi ad un massimo di sei anni. Ma il decreto in questione che dovrebbe essere emanato domani dal Consiglio dei Ministri, renderebbe "non punibile" dal punto di vista penale le false fatture sotto i mille euro. Una sorta di 'modica quantità'.Verrebbe poi raddoppiata la soglia di punibilità per la "dichiarazione infedele nel caso di imprese sottoposte al regime di adempimento collaborativo". Depenalizzazione anche per l'elusione fiscale, sfruttare i vuoti normativi allo scopo di pagare meno tasse. Il tutto mentre impazza il LuxLeaks.

"La rideterminazione delle sanzioni per le frodi e le elusioni fiscali, verranno applicate anche alle condotte abusive già commesse alla data dell'entrata in vigore del decreto legislativo (atteso al prossimo CDM) per le quali non sia stato notificato il relativo atto impositivo" scrive l'agenzia Public Policy.Dunque il provvedimento sarebbe anche retroattivo. Secondo quanto riporta Il Sole 24 Ore, "dovrebbe essere superato il reato di omesso versamento dell'Iva, come ribadito dal ministero dell'Economia in risposta al question time alla commissione Finanze della Camera della scorsa settimana. Mentre non dovrebbero esserci spiragli per la depenalizzazione dell'omesso versamento di ritenute".

Questo nuovo provvedimento va a braccetto con quella sanatoria fiscale che viene chiamata voluntary disclosure, che punta a recuperare il denaro detenuto all'estero dagli italiani in cambio di un colpo di spugna sulla punibilità dei reati tributari. Ci si augurava che fosse solo un modo per fare cassa, a cui sarebbe seguita una riforma del fisco volta a punire i comportamenti scorretti, in modo tale da non rendere più vantaggioso eludere il fisco. Niente da fare, il verso è sempre lo stesso e non viene cambiato neanche sul fisco. Del resto hanno inserito la non punibilità anchesull'autoriciclaggio per "le condotte per cui il denaro, i beni o le altre utilità vengono destinate alla mera utilizzazione o al godimento personale". 

Ora è chiaro cosa intendesse Renzi con "fisco amico": l'Italia è una Repubblica fondata sulla "non punibilità". 

Authors: InvestireOggi.it

Leggi originale su: http://it.ibtimes.com/articles/72737/20141119/false-fatture-reato-depenalizzazione.htm

 

Menu Principale

Risorse Utili