Si allontana l'addio al roaming: telefonare in Europa continuerà a costare tanto

E-mail Stampa PDF

Le sensazioni non erano positive già mesi fa ma, secondo La Stampa, ormai è quasi una certezza: niente abolizione del roaming.

  

Il roaming è una grande fonte di guadagno per le compagnie telefoniche e un grande costo per i cittadini. In pratica l'Unione Europea permette la libera circolazione dei cittadini, ma non delle telefonate, che hanno dei costi aggiuntivi rispetto a quelle effettuate all'interno dei Paesi membri dell'Unione.

Questi costi aggiuntivi potevano avere una ragione anni fa, quando le tecnologie erano diverse e quando anche l'UE si poneva in maniera diversa. Ora l'obiettivo è creare una sorta di Stati Uniti d'Europa e quindi ridurre più possibile le differenze, anche telefoniche, ma c'è chi rema contro.

La lobby delle compagnie telefoniche non ci sta, in ballo ci sono 7 miliardi, è questa infatti la cifra che le compagnie telefoniche perderebbero con l'abolizione del roaming. Una cifra enorme che giustifica le pressioni che stanno subendo i politici di tutta Europa, e pare che queste pressioni funzionino, visto che l'azzeramento del roaming previsto per il dicembre 2015 è praticamente saltato

A nulla sono valsi gli appelli degli ultimi giorni, dei quali si è fatta portavoce in Parlamento Europeo Renata Briano con una interrogazione parlamentare. In questa interrogazione ha giustamente portato avanti la tesi della libera circolazione in ambito europeo che male si sposa con questa specie di "dazio" da pagare alle compagnie telefoniche, sottolineando anche che l'abolizione del roaming aveva trovato larghissima maggioranza nel Parlamento Europeo e fare marcia indietro ora sarebbe una sconfitta. Parole vane, purtroppo, visto che i giochi sembrano fatti. L'Eurotariffa, che pure ha permesso un generoso abbattimento dei costi di roaming, dovrebbe quindi restare in vigore anche dopo il 31 dicembre 2015.

Probabile che si ritorni sul testo e si facciano delle modifiche per andare incontro alle esigenze degli operatori TLC, in particolare si parla di mantenere il roaming oltre un certo numero di chiamate. Una riscrittura del testo comporterebbe tempi di approvazione lunghi, quindi per i prossimi 5 anni le compagnie telefoniche potrebbero ancora godere del dazio del roaming, anche se già adesso ci sono metodi per eluderlo.

I tempi sono cambiati e ora non abbiamo più solo telefonate e sms, ma anche nuovi strumenti in grado di mantenere i contatti tra persone distanti centinaia, se non migliaia di km. Per evitare di farsi letteralmente spennare dal roaming basta affidarsi a servizi come Skype e Whatsapp che grazie ad internet ci permettono di mandare messaggi e parlare con persone in tutto il mondo.

Ovviamente il roaming si applica anche su internet, ma in questo caso basta disattivarlo ed utilizzare il Wi-Fi, tecnologia ormai molto diffusa e che gode di diverse aree (hotspot) Wi-Fi gratuite in tutto il mondo. Se tutti facessero così ci sarebbe un forte calo dei profitti derivanti dal roaming e verrebbe meno il forte ostruzionismo delle compagnie telefoniche.

Authors: InvestireOggi.it

Leggi originale su: http://it.ibtimes.com/articles/72748/20141119/roaming-europa-compagnie-telefoniche.htm

 

Menu Principale

Risorse Utili