Un italiano su due non arriva a fine mese: niente regali per 6 milioni di italiani

E-mail Stampa PDF

Il Natale è alle porte ed è tempo di regali, oltre alla difficoltà nel trovare i regali giusti, c'è anche la difficoltà nel reperire le risorse per fare questi doni. In aiuto degli italiani arriva la tredicesima, anche se non tutti la percepiscono.

  

Confesercenti in collaborazione con SWG ha realizzato un sondaggio "natalizio" che ci permetterà di capire com'è la situazione economica degli italiani alle porte del Natale:

REDDITI. Solo un italiano su due (51%) dichiara di riuscire ad arrivare a fine mese, il 36% si ferma alla terza settimana e il 13% alla seconda. In un analogo sondaggio fatto sette anni fa (2007) la percentuale di italiani in grado di arrivare a fine mese era del 64%: oltre 6 milioni di persone in più.

CONSUMI. Il 92% degli intervistati ha dichiarato di aver ridotto i consumi, contro il 67% del 2007; in particolare fa riflettere che l'11% di italiani ha ridotto le spese per i beni alimentari, parliamo di oltre 5 milioni di italiani che sono costretti a fare economia sul cibo, quasi il doppio rispetto a sette anni fa (6%).

TREDICESIMA. Come detto la tredicesima mensilità non la percepiscono tutti, ma chi la percepisce la spende o la mette da parte? Probabilmente siamo un Paese di formiche, più che di cicale, perché coloro che percepiscono la tredicesima spenderanno solo il 2,6% in più rispetto alla media di tutti gli italiani. Una percentuale che cambia a seconda dei beni da acquistare, ad es. sull'abbigliamento la percentuale raggiunge il +5%, mentre sui gioielli solo +1%.

REGALI. La corsa ai regali è cominciata e l'87% degli italiani è intenzionato a rispettare la tradizione e fare acquisti per i propri affetti, ma solo il 16% punterà "regali di qualità", mentre il 71% cercherà di comprare doni risparmiando. Il restante 13%, oltre 6 milioni di italiani, non farà alcun regalo né per sé, né per altri. La crisi per fortuna risparmia buona parte dei bambini, infatti solo il 5% degli italiani ridurrà le spese per i regali dei bambini.

Nonostante gli sforzi di Renzi per rilanciare i consumi (i celebri 80 euro), questo sarà un Natale all'insegna del risparmio: solo il 2% degli italiani (960 mila persone) spenderà di più. Anche i commercianti non "annusano" un rilancio dei consumi e il 48% dichiara che la situazione sarà grosso modo come l'anno passato, il 28% prevede un crollo dei consumi e solo il 24% prevede o spera nel rilancio. Questo rimane comunque il periodo migliore per i commercianti, che mediamente rappresenta il 24% del fatturato annuale; anche se la concorrenza online si comincerà a far sentire, il 23% degli italiani infatti acquisterà i regali online, contro il 7% di sette anni, una notizia che sicuramente non farà felici i negozianti.

Authors: InvestireOggi.it

Leggi originale su: http://it.ibtimes.com/articles/73440/20141208/confesercenti-natale-regali-crisi.htm

 

Menu Principale

Risorse Utili


Articoli correlati

Purtroppo non ci sono articoli correlati