IMU e TASI: la grande stangata è in arrivo

E-mail Stampa PDF

Qualcuno l'ha già definito "tax day", d'altronde siamo nel periodo storico in cui una riforma del mondo del lavoro viene chiamata "jobs act", quindi non ci stupisce che anche il pagamento delle tasse si inglesizzi. In qualunque modo vogliate chiamarlo il 16 dicembre è il giorno delle scadenze di IMU e TASI, i due tributi che hanno sostituito la vecchia e più economica ICI.

  

Per la TASI è il primo anno di pagamento e secondo Renzi sarebbe stato anche l'ultimo, visto che nelle intenzioni del governo c'era l'idea di creare subito una nuova tassa unica in sostituzione di IMU e TASI, il cui gettito sarebbe andato solo ai comuni. Praticamente un ritorno alla vecchia ICI. Il solito annuncio roboante prevedeva questa nuova tassa già per il 2015, poi è stato annunciato che i tempi erano troppo stretti e se ne sarebbe parlato per il 2016. 

Chi deve pagare e cosa? L'IMU si paga su seconde case, immobili di lusso, terreni, negozi e magazzini, esentati solo i proprietari di prima casa. Mentre l'IMU è a carico dei proprietari, la TASI a seconda delle delibere comunali è per il 70-90% a carico dei proprietari e per il 10-30% a carico dei locatari, ammesso che ci siano; inoltre la TASI si paga anche per la prima casa

In entrambi i casi proprietari e locatari non hanno ricevuto alcuna comunicazione e/o bollettino precompilato, sarà compito dei cittadini calcolare l'importo dei tributi e pagarli, in caso di difficoltà ci si potrà rivolgere ai servizi di calcolo (a pagamento) dei Centri di Assistenza Fiscale o commercialisti.

IMU e TASI a dicembre costeranno agli italiani ben 12,9 miliardi di euro (su un totale di 28 miliardi secondo Confedilizia). Sulle seconde case dal 2011 al 2014 si sono verificati aumenti fino 236% e per il 2015 erano previsti ulteriori aumenti, scongiurati solo qualche giorno fa da un emendamento del governo.

Chi non paga entro il 16 dicembre potrà farlo nei giorni successivi aderendo al ravvedimento operoso, con annessa sanzione. Per i comuni alluvionati il ministero dell'economia probabilmente prorogherà i termini di pagamento fino al 22 dicembre.

Oltre a IMU e TASI il 16 dicembre è anche il giorno in cui imprenditori, liberi professionisti ed artigiani devono versare l'IVA, poi ci sono le ritenute IRPEF e in alcuni comuni scade anche la tassa sui rifiuti (TARI), per un totale di 44 miliardi di tasse.

Authors: InvestireOggi.it

Leggi originale su: http://it.ibtimes.com/articles/73682/20141215/imu-tasi-miliardi-tasse.htm

 

Menu Principale

Risorse Utili


Articoli correlati

Purtroppo non ci sono articoli correlati