Auto blu: il parlamento UE vota per una spesa aggiuntiva di 3 milioni. Scoppia la polemica

E-mail Stampa PDF

Mentre la commissione europea è intenta a fare le pulci ai conti del Paesi membri, al Parlamento UE si sta discutendo di aumentare il budget 2017 per la “ mobilità dei deputati”. Il piano, che prevede un costo aggiuntivo di oltre 3 milioni di euro, ha fatto storcere il naso a molti eurodeputati che hanno chiesto maggiori chiarimenti e fatto slittare il voto, inizialmente fissato per ieri, mercoledì 9 marzo.

Secondo il sito Politico.uesarebbe il segretario generale del parlamento europeo, il tedesco Klaus Welle, ad aver proposto una modifica al piano di mobilità dei deputati adducendo ragioni di sicurezza personale e dei materiali confidenziali che trasportano. Il Parlamento UE spende attualmente meno circa 7 milioni di euro per il servizio di auto blu a disposizione dei parlamentari e per gli autisti, molti dei quali, a quanto pare, presi da ditte esterne. La proposta di Welle prevede il rinnovo del parco auto e l’assunzione di 110 autisti alle dirette dipendenze del Parlamento UE, a disposizione a tempo pieno dei deputati. In questo modo di metterebbe fine alla pratica dell’esternalizzazione dei servizi che a suo avviso mette a rischio a sicurezza e la privacy degli eurodeputati.

Il rinnovo del parco macchine sarebbe necessario per poter dotare le nuove auto del parlamento europeo del “pulsante di panico” che metterebbe così al sicuro i deputati e i documenti confidenziali che trasportano. Oltre ai 7 milioni di euro di auto e autisti a disposizione dei deputati che devono spostarsi da una sede all’altra del parlamento europeo si andrebbero ora a sommare altri 3 milioni, di cui, 116mila euro destinati soltanto alle uniformi dei nuovi autisti, due ognuno, una estiva e una invernale.

Il costo, decisamente oneroso, degli spostamenti deriva in primis dalla doppia sede del parlamento che non solo duplica i costi burocratici e amministrativi, ma rappresenta anche una pesante voce di spesa per gli spostamenti. Ogni mese migliaia tra deputati e dipendenti devono spostarsi tra il Belgio e la Francia portandosi al seguito camion contenenti i documenti necessari alle sedute. Arrivati sul posto i deputati hanno a disposizione macchine autisti per muoversi in città, quindi, si tratta di un servizio doppio pagato sia a Bruxelles, che a Strasburgo (a cui si aggiunge anche la sede in Lussemburgo dove si trova il Segretariato generale del Parlamento europeo.)

La proposta di modifica per il piano di “mobilità dei deputati” con l’aumento dello stanziamento di 3 milioni di euro doveva essere votata dall’ufficio dell'assemblea di Strasburgo, formato dal presidente Martin Schulz e dai 14 vicepresidenti, ma le critiche hanno spinto al rinvio del voto. "L'introduzione di pulsanti di panico mi sembra totalmente assurdo", commenta il deputato liberale estone Kaja Kallas. “Mi sembra che avere un servizio di auto specifico ci renda più visibili come obiettivi. Quando usiamo un taxi o delle auto in condivisione, gli autisti non sanno che noi siamo deputati, mentre se usiamo delle auto di servizio, è chiaro chi siamo”.

Il deputato del partito inglese UKIP, Nigel Farage, ha usato la polemica sui costi delle auto del parlamento per attaccare gli sprechi europei e ribadire la necessità per il Regno Unito di votare al referendum per l’uscita dall’Unione. Indipendentemente dalla propaganda personale sembra, in effetti, ridicolo arrivare a spendere 10 milioni di euro di trasporto per la necessità di avere una doppia sede del parlamento europeo in due Stati diversi. La riduzione ad un’unica sede per il parlamento europeo avrebbe notevoli risparmi sotto tutti i punti di vista e sarebbe un segnale positivo per i milioni di cittadini europei a cui si chiede da anni di fare economia e stringere la cinghia. È in queste occasioni, quando la politica europea mostra la sua faccia peggiore, che si notano i maggior punti di contatto con la classe politica nostrana.

Authors: InvestireOggi.it

Leggi originale su: http://it.ibtimes.com/auto-blu-il-parlamento-ue-vota-una-spesa-aggiuntiva-di-3-milioni-scoppia-la-polemica-1442397

 

Menu Principale

Risorse Utili