Unico e modello 730 precompilato in arrivo: scadenze e istruzioni, ecco la guida per il contribuente

E-mail Stampa PDF

L’operazione “dichiarazione dei redditi precompilata” è arrivata al suo secondo anno. Nel 2016 saranno circa 30 milioni le dichiarazioni precompilate dal Fisco; 20 milioni di modelli 730 e circa 10 milioni di Unico. I passaggi sono ormai noti: il Fisco raccoglie dagli operatori le informazioni su redditi, spese e detrazioni dei contribuenti, redige i modelli Unico e 730 precompilati e li mette sul sito dell’Agenzia delle Entrate a disposizione dei contribuenti che possono accettare il modello precompilato così com’è oppure integrarlo o modificarlo.

Rispetto allo scorso anno, nel 2016, i modelli precompilati avranno maggior informazioni tra cui le spese sanitarie anche se restano escluse le spese farmaceutiche per i farmaci da banco, quelli senza ricetta.

I modelli Unico e 730 precompilati saranno disponibili sul sito del Fisco a partire dal prossimi 15 aprile, per questo motivo è necessario chiarire cosa deve fare il contribuente per presentare la sua dichiarazione dei redditi precompilata.

Le scadenze 2016 per Unico e modello 730

Intanto riassumiamo brevemente le prossime scadenze:

  • 15 aprile: l’Agenzia delle Entrate metterà sul sito i modelli Unico e 730 precompilati. Il contribuente può scegliere il “fai-da-te” tramite la credenziali di Fisconline verificare e inviare il modello 730 precompilato, oppure può rivolgersi ad un intermediario abilitato o CAF.
  • 2 maggio: da questa data il contribuente può modificare o inviare senza modifiche il modello 730 precompilato
  • 7 luglio: termine ultimo per la trasmissione del modello 730
  • 30 settembre: scade il termine per la presentazione della dichiarazione correttiva
  • 25 ottobre: il contribuente può presentare un 730 integrativo tramite CAF o professionista abilitato
  • 10 novembre: entro tale data deve essere presentato, se necessario, il 730 rettificativo, in caso di errore da parte del sostituto d’imposta o del CAF.

Entrambe le dichiarazioni precompilate, il modello Unico e il 730 saranno disponibili nell’area dedicata del sito del Fisco dal 15 aprile. Sarà possibile modificare, integrare o accettare la dichiarazione precompilata dal 2 maggio ma il termine per l’invio all’Agenzia delle Entrate è diverso: 7 luglio per il 730 e 30 settembre per Unico.

Unico e 730 precompilato: cosa c’è nel modello 2016

Per i modelli precompilati 2016, il Fisco raccoglie:

  • i dati contenuti nella Certificazione Unica, che da quest’anno viene inviata all’Agenzia delle Entrate dai sostituti d’imposta;
  • i dati comunicati all’Agenzia delle Entrate, tra cui: spese sanitarie e relativi rimborsi, interessi passivi sui mutui, premi assicurativi, contributi previdenziali, contributi versati per i lavoratori domestici, bonifici effettuati nell’anno 2015 per interventi di ristrutturazione della casa, per l’arredo degli immobili ristrutturati e per interventi finalizzati al risparmio energetico;
  • alcuni dati contenuti nella dichiarazione dei redditi dell’anno precedente, per esempio: i dati dei terreni, dei fabbricati, gli oneri che danno diritto a una detrazione da ripartire in più rate annuali, come le spese sostenute per interventi di recupero del patrimonio edilizio, i crediti d’imposta;
  • altri dati presenti nell’Anagrafe tributaria, come: le informazioni contenute nelle banche dati immobiliari, il catasto e gli atti del registro, i pagamenti e le compensazioni effettuati con il modello F24.

Inoltre, a partire dal 2016 il modello 730 precompilato indica anche alcuni oneri detraibili e deducibili sostenuti dal contribuente, come, ad esempio le spese funebri, quelle universitarie e quelle mediche.Restano escluse le spese farmaceutiche da banco, ovvero per i farmaci comprati senza ricetta medica.

Modelli precompilati 2016: cosa deve fare il contribuente

Raccolte tutte le informazione sopra descritte, il Fisco compila i modelli Unico e 730 che saranno disponibili sul sito a partire dal 15 aprile. La dichiarazione precompilata si trova in un’apposita sezione del sito dell’Agenzia delle Entrate al quale si accede tramite il codice Pin, oppure con la Smart Card oppure con SPID.

Entrato nella sezione, il contribuente può visualizzare:

  • il modello 730 precompilato
  • l’esito della liquidazione (il rimborso che sarà erogato dal sostituto d’imposta e/o le somme che saranno trattenute in busta paga)
  • il modello 730 con il dettaglio dei risultati della liquidazione
  • un prospetto con l’indicazione sintetica dei redditi e delle spese presenti nel 730 precompilato e delle principali fonti utilizzate per l’elaborazione della dichiarazione.

Modelli precompilati: presentazione diretta o tramite Caf

Il contribuente può gestire in maniera autonoma il suo modello precompilato oppure rivolgersi ad un CAF o intermediario abilitato.

Nel caso della presentazione diretta, il contribuente deve: indicare i dati del sostituto d’imposta che effettuerà il conguaglio e compilare la scheda per la scelta della destinazione dell’8, del 5 e del 2 per mille dell’Irpef; verificare la correttezza e la completezza dei dati già indicati. A questo punto se il modello Unico o 730 precompilato presenta delle mancanze o degli errori il contribuente può integrare o correggere i dati, altrimenti se il modello non necessita di alcuna correzione o integrazione, il contribuente può accettare il 730 senza modifiche. Dopo la presentazione, nella stessa sezione del sito dell’Agenzia, viene messa a disposizione del contribuente la ricevuta di avvenuta presentazione.

Altrimenti il modello 730 precompilato può essere presentato ad un CAF o a un professionista abilitato. In questo caso il contribuente deve solo consegnare al professionista un’apposita delega per l’accesso al proprio modello 730 precompilato.

Riassumendo la tempistica: il modello Unico o 730 precompilato sarà disponibile sul sito dell’Agenzia delle Entrate dal 15 aprile; sarà possibile modificare, integrare o accettare la dichiarazione precompilata a partire dal 2 maggio; la dichiarazione deve essere inviata entro il 7 luglio per il modello 730 precompilato ed entro il 30 settembre per il modello Unico.

Authors: InvestireOggi.it

Leggi originale su: http://it.ibtimes.com/unico-e-modello-730-precompilato-arrivo-scadenze-e-istruzioni-ecco-la-guida-il-contribuente-1444856

 

Menu Principale

Risorse Utili