730 precompilato 2016: l'Agenzia delle Entrate presenta l'elenco completo delle spese detraibili

E-mail Stampa PDF

È giunto il momento di affrontare uno degli appuntamenti fiscali più importanti dell’anno. Fra pochi giorni l’Agenzia delle Entrare renderà disponibile sul proprio sito il modello 730 precompilato che ogni contribuente avrà la possibilità di presentare così com’è, o con modifiche, entro il prossimo luglio.

I soggetti che usufruiscono della dichiarazione dei redditi precompilata farebbero però bene a verificare alcune voci in essa inserite. Già l’anno scorso, anno del debutto, in molti si sono accorti che le spese detraibili o deducibili incluse automaticamente nel modello erano state inserite in maniera errata o addirittura non erano presenti.

All’interno di questo articolo dunque forniremo l’elenco delle principali spese detraibili all’interno del modello 730 precompilato allo scopo di consentire ai contribuenti di effettuare le dovute verifiche.

730 precompilato: detrazioni spese sanitarie

I contribuenti hanno la possibilità di accedere ad una detrazione IRPEF del 19 per cento sulle spese sanitarie sostenute nel corso dell’anno, oltre la franchigia pari a 129,11 euro. Facendo un rapido esempio, nel caso in cui il contribuente abbia sostenuto nel 2015 500 euro di spesa, la detrazione si applica si applica su 370,89 (la spesa eccedente alla franchigia) e la cifra da detrarre sarà pari a 70 euro.

Sono inclusi nell’elenco delle spese detraibili, i costi sostenuti per:

  • prestazioni chirurgiche,

  • prestazioni ospedaliere,

  • trapianti di organi,

  • prestazioni specialistiche,

  • analisi,

  • ricerche,

  • radiografie,

  • protesi dentarie e sanitarie in genere,

  • acquisto (o affitto) di attrezzature sanitarie e dispositivi medici,

  • spese per medicinali,

  • prestazioni mediche generiche,

  • assistenza specifica.

Per quanto riguarda le spese sostenute dai portatori di handicap o dai soggetti affetti da patologie per le quali è prevista l’esenzione dal ticket, esistono delle regole ad hoc. A livello generale, il contribuente deve documentare le spese mediche effettuare e conservare la documentazione in vista di eventuali controlli.

All’interno del modello 730 precompilato dovrebbero essere già state inserire le spese effettuate per le visite mediche. Per quanto riguarda i farmaci però, all’interno della dichiarazione saranno inserite solo le spese comunicate dalle farmacie al Fisco, mentre non ci saranno gli esborsi relativi ai farmaci da banco acquistati senza ricetta medica. Nel caso in cui si volessero dunque portare in detrazione ulteriori spese, occorrerà inserire la somma all’interno del rigo E1, colonna 1 e 2, conservando tutti gli scontrini fiscali ad esse riferite sui quali dovrà esserci il codice fiscale del contribuente (che si imprime in automatico consegnando la tessera sanitaria al momento del pagamento).

730 precompilato: detrazione mutuo

Nell’ambito del 730 precompilato  è possibile detrarre il 19% anche per le spese riguardanti gli interessi passivi ed eventuali oneri accessori (costi di istruttoria o la perizia, ecc.) sui mutui. In questo caso la detrazione si applica su un importo massimo di 4 mila euro l’anno e deve essere suddivisa tra tutti gli intestatari del mutuo. Ovviamente per poter usufruire dello “sconto” il contribuente dovrà essere intestatario del mutuo e proprietario di un immobile adibito ad abitazione principale, acquistato entro 2 anni. In alternativa, l’immobile deve essere oggetto di lavori di ristrutturazione edilizia.

Per controllare che la detrazione riportata nel modello sia corretta occorrerà controllare l’importo inserito al rigo E7 con quello comunicato dalla banca tramite lettera obbligatoria.

730 precompilato: detrazione lavori di ristrutturazione

Per quanto riguarda gli interventi di ristrutturazione edilizia, la detrazione IRPEF prevista è pari al 50% su una spesa massima di 86mila euro per immobile. La detrazione dovrà essere suddivisa in dieci quote annuali.

Da sottolineare che all’interno della dichiarazione precompilata ci sarà anche il bonus mobili ed elettrodomestici (classe A+, A per i forni) pari anch’esso al 50 percento su una cifra massima di 10mila euro.

La detrazione prevista per i lavori di efficientamento energetico (nota come Ecobonus) è del 65% su una spesa massima variabile dai 100mila euro per la riqualificazione energetica degli edifici eistenti ai 30mila euro per acquisto e la posa in opera di impianti di climatizzazione invernale dotati di generatori di calore alimentati da biomasse combustibili.

Ricordiamo che queste spese (e le relative detrazioni) sono state incluse nel modello 730 precompilato 2016 solo nel caso in cui il contribuente le abbia effettuate, pagandole tramite bonifico, entro il 31 dicembre 2015.

730 precompilato: detrazioni figli

All’interno  della dichiarazione sono contenute varie detrazioni riguardanti le spese sostenute per i figli a carico. Nel dettaglio:

  • iscrizione in palestra dei bambini tra i 5 e i 18 anni (fino a 210 euro per ogni figlio),

  • asili nido (fino a 632 euro),

  • affitto per gli studenti universitari fuori sede fino a un massimo di 2.633 euro a patto che la sede sia distante almeno 100 chilometri da casa,

  • tasse universitarie,

  • tesse relative all’istruzione secondaria.

Dal 2016 è possibile detrarre (19%) anche le spese sostenute nelle scuole paritarie, ma lo sconto non è presente tra quelli inclusi automaticamente dalle Entrate, quindi dovrà essere aggiunto direttamente dal contribuente. In questo caso il tetto massimo previsto è pari a 400 euro per iscrizione alla scuola e servizio di mensa.

Le altre voci di spesa relative l’istruzione dei figli – i cosiddetti contributi volontari per acquistare materiali di consumo o fare riparazioni all’edificio – sono detraibili al 19%, senza alcun limite.

730 precompilato: le altre detrazioni

Nell’ambito della dichiarazione precompilata sarà possibile detrarre anche:

Authors: InvestireOggi.it

Leggi originale su: http://it.ibtimes.com/730-precompilato-2016-lagenzia-delle-entrate-presenta-lelenco-completo-delle-spese-detraibili

 

Menu Principale

Risorse Utili