FMI: un altro taglio alle stime di crescita globale è quasi certo

E-mail Stampa PDF

La crescita economica globale rimane "troppo lenta, troppo fragile, e i rischi della sua durata sono in aumento," ha detto la settimana scorsa durante una conferenza a Francoforte il capo del Fondo monetario internazionale Christine Lagarde. Martedì scorso, quando il FMI ha rilasciato il suo ultimo rapporto nel World Economic Outlook, sono cresciute le aspettative per un ulteriore taglio alla crescita globale e rinnova le preoccupazioni sullo stato di salute delle economie di tutto il mondo.

"Considerando i commenti riportati recentemente da Christine Lagarde, un downgrade sulle previsioni di crescita mondiale del FMI sembra essere sul tavolo," ha detto al Guardian Ryan Djajasaputra, economista presso la banca Investec con sede a Londra.

Nel mese di gennaio il Fondo monetario internazionale aveva previsto una "graduale" crescita globale del 3,4 per cento per il 2016, citando il rallentamento delle economie emergenti, compresa la Cina, e il calo dei prezzi delle materie prime, come un motivo di preoccupazione. Da allora, tuttavia, i rischi per un rallentamento della crescita economica globale si sono notevolmente attenuati - grazie agli stimoli della Banca centrale europea e alle aspettative della Federal Reserve degli Stati Uniti per un moderato rialzo dei tassi in futuro.

Il rovescio della medaglia, però, arriva dai rischi economici e politici derivanti dalla diffusione dell’estremismo globale e dalla crisi dei rifugiati, che continueranno ad alimentare l’"incertezza e la paura" sullo stato dell'economia globale, ha detto Lagarde.

"È probabile che le conseguenze finanziarie che partono dalle economie emergenti siano aumentati dal momento che canali di trasmissione si sono rafforzati, accrescendo il riverbero degli shock economici e degli attriti finanziari", ha detto il Fondo monetario internazionale in un'analisi pubblicata la scorsa settimana.

Il FMI è ben lungi dall'essere l'unico creditore globale a prevedere un anno cupo per la crescita economica. All'inizio di quest'anno, la Banca Mondiale ha emesso un avviso di "tempesta perfetta" per il 2016, e ha ridotto la sua stima di crescita al 2,9 per cento da un precedente 3,3 per cento.

Lunedì la banca ha detto che nel corso dell'anno fiscale 2016 è sulla buona strada per prestare fino a $ 25 miliardi di dollari per i paesi a medio reddito - che sono stati colpiti dalla caduta precipitosa dei prezzi delle materie prime e delle esportazioni - attraverso il suo canale di credito principale, la Banca internazionale per la ricostruzione e lo sviluppo.

Authors: InvestireOggi.it

Leggi originale su: http://it.ibtimes.com/fmi-un-altro-taglio-alle-stime-di-crescita-globale-e-quasi-certo-1446797

 

Menu Principale

Risorse Utili