Referendum trivelle, risultati: quorum lontanissimo, ma i sì sono 12,8 milioni

E-mail Stampa PDF

I risultati definitivi del referendum vedono un numero di votanti complessivo (Italia+Estero) di 15806788, ovvero il 31,19% degli aventi diritto. Hanno votato sì 13334764 elettori, pari all'85,84%. Per quanto riguarda le statistiche, non cambia molto rispetto alla situazione descritta nell'ultimo aggiornamento.

Per fare un confronto con l'elezione più vicina, alle Europee del 2014 votarono in 28991258, ovvero il 58,22% degli aventi diritto. La prima forza politica fu il Partito Democratico con 11203231 di votanti, ovvero il 40,81%.

In mattinata IBTimes Italia si occuperà nuovamente del referendum con un'analisi del voto e una sul cosa fare di ciò che resta del referendum.

ORE 00.45:Concludiamo questa diretta. Mancano 5 comuni (di cui 4 in provincia di Catania), difficilmente l'affluenza sul territorio italiano si smuoverà dal circa 32,15%. Intanto cominciano ad arrivare i dati dalle circoscrizioni estero, che dovrebbero abbassare il totale di un paio di punti percentuali: le prime 20 comunicazioni su 1377 mostrano un'affluenza all'11,32%.

Lo scrutinio intanto procede: siamo a due terzi di sezioni scrutinate è il sì è al 79,78%.

Come abbastanza prevedibile, il referendum non ha raggiunto il quorum, e di molto. Considerando l’affluenza della circoscrizione estero, il dato definitivo dovrebbe essere al 30%.

Quanto alle regioni, l’unica in cui il quorum viene raggiunto è la Basilicata (50,32%), segue la Puglia (41,64%) e poi il Veneto (37,88%). Dal lato opposto della classifica troviamo il Trentino-Alto Adige (25,16%), la Campania (26,13%) e la Calabria (26,69%).

Fra le province quella con la maggiore affluenza è Matera (52,69%, unica a superare il “quorum”), mentre la minore affluenza si registra a Bolzano (17,55%).

ORE 00.30:L'affluenza si è attestata al 32,17%, quando mancano gli ultimi 11 comuni.

ORE 00.25:I dati sull'affluenza arrivano a rilento, ma lo scrutinio va veloce: siamo a metà delle sezioni, e i sì, per quel che vale, sono all'77,95%.

ORE 00.20: 23 comuni alla fine, affluenza al 32,13%. A Roma ha votato il 34,73% degli aventi diritto, a Napoli il 25,66%.

ORE 00.15: I dati arrivano a rilento: 41 comuni alla fine, affluenza al 32,12%. 

ORE 00.10: 58 comuni alla fine, affluenza al 32,15%. A Milano ha votato il 29,88% degli aventi diritto.

ORE 00.05: 68 comuni alla fine, affluenza al 32,19%. 

ORE 00.00: Quasi finita la conta dei voti nei comuni, ma mancano quelli più grandi, affluenza al 32,14%. A Palermo affluenza al 29,39%.

ORE 23.55: Mancano meno di 200 comuni, l'affluenza sale un poco al 32,17%.

ORE 23.50: Mancano meno di 400 comuni, affluenza al 32,15%. A Torino è stata del 36,39%.

ORE 23.45: Mancano meno di 700 comuni, l'affluenza è salita poco sopra il 32%

ORE 23.40: 6789 comuni su 8000, siamo al 31,79% di affluenza.

ORE 23.35: 5837 comuni su 8000, siamo al 31,54% di affluenza. Intanto cominciano ad arrivare le prime sezioni scrutinate (molto poche) che vedono il sì all'80%.

ORE 23.30:Oltre 5000 comuni su 8000, affluenza di poco al 31,23%.

ORE 23.25:Siamo oltre la metà della strada per comuni che hanno comunicato l'affluenza, e il dato parziale è 30,91%. Questo è il dato relativo all'Italia: considerando gli italiani all'estero si dovrebbe scendere sotto il 30%.

ORE 23.20:3168 comuni su 8000, affluenza al 30,48%.

ORE 23.15:2078 comuni su 8000, affluenza al 30,08%.

ORE 23.07:837 comuni su 8000, affluenza ben sotto il 30%: 28,89%

ORE 23.05:Con il primo 1 per cento di comuni l'affluenza si attesta al 26,85%.

ORE 20.10:Il dato dell'affluenza alle ore 19 è del 23,48%, e per il raggiungimento del quorum la strada si fa molto dura (non impossibile, ma è molto difficile). Sarebbe stato necessario un 30% per dichiarare la partita aperta.

Nel 1999, ultima volta che si votò in un solo giorno come per la consultazione odierna, il quorum alle 17 fu del 26,9%, e quello finale sfiorò il 50%. Si votò fino alle 22, mentre in questa tornata si voterà fino alle 23.

Fra le regioni, l'affluenza più alta si registra in Basilicata (33,26%), seguita da Puglia (28,28%) e Veneto (28,58%). Quella più bassa, invece, in Campania (17,56%), seguita da Calabria (18,15%) e Trentino-Alto Adige (19,01%). Tutte, tranne il Trentino-Alto Adige, sono state promotrici del referendum.

La provincia con l'affluenza più alta è Matera (34,20%), quella più bassa si registra a Bolzano (14,06%).

ORE 20.00:Manca solo Monsummano Terme (Pistoia): affluenza al 23,48%.

ORE 19.55:Mancano 3 comuni, Reggio Emilia, Monsummano Terme (Pistoia) e Acquaviva d'Isernia. Affluenza al 23,47%.

ORE 19.50:Mancano 16 comuni, affluenza stabile al 23,49%. A Milano l'affluenza è stata del 23,36% 

ORE 19.45:Mancano 110 comuni, e l'affluenza sale un altro po', al 23,49%. Intanto è arrivato il dato di Torino, 26,50%, un gran recupero rispetto alla rilevazione delle 12.

ORE 19.40:Mancano 215 comuni all'appello, fra cui Torino e Milano, e l'affluenza è al 23,42%. A Napoli l'affluenza è stata del 18,70%, a Palermo 22,05%.

ORE 19.35:7034 comuni su 8000, affluenza 23,44%. A Roma l'affluenza è stata del 24,56%.

ORE 19.30:5786 comuni su 8000, affluenza al 23,38%. Nel 1999 alle 17 andò a votare il 26,9% degli aventi diritto: il quorum fu sfiorato, ma i seggi chiudevano un'ora prima, alle 22. La tornata referendaria odierna, invece, si concluderà alle 23.

ORE 19.25:4807 comuni su 8000, affluenza ancora in crescita al 23,33%

ORE 19.20:Siamo a metà strada quanto a dati provenienti dai comuni e l'affluenza è al 23,05%

ORE 19.15:Con 2500 comuni su 8000, si rompe la soglia del 22% (per la precisione 22,54%)

ORE 19.10:1545 comuni su 8000, affluenza al 21,85%.

ORE 19.05:Il primissimo dato sull'affluenza alle ore 19 è 21,02%, basandosi sui dati di 422 comuni su 8000. Dovrebbe crescere un po' con l'aumento dei dati, ma siamo lontani dal 30% che indicherebbe partita ancora aperta. 

ORE 13.25:Il dato definitivo dell'affluenza alle ore 12 è dell'8,35%.

Qualche rapida considerazione sul dato dell’affluenza. In molti hanno citato quella del 6,7% raggiunta nel 1999, ultima consultazione referendaria che si è svolta in una sola giornata, e in quel caso il quorum non fu raggiunto per circa uno 0,3% (150mila persone circa). Il problema è che quel dato si riferiva alle ore 11, mentre quello del 2016 si riferisce alle 12, per cui il confronto non è facile. L'ultima volta che si raggiunse il quorum con il voto in una sola giornata fu il 1995, quando alle 11 aveva votato il 9% degli aventi diritto.

Il dato dell’8,36% non è molto positivo per chi spera nella vittoria del sì, poiché siamo lontanucci dalla soglia del 10% che avrebbe reso la consultazione più incerta. Bisognerà comunque attendere la rilevazione delle 19 per avere informazioni più precise.

Qualche dato regionale: la regione che ha votato di più è la Basilicata (11,44%), seguita da Puglia (10,86%) e Veneto (10,28%). Tutte e tre le regioni sono molto interessate al referendum, essendo fra le promotrici. Le regioni che hanno votato meno sono Calabria (5,74%), Campania (6,22%) e Sicilia (6,36%). Le prime due sono fra le regioni promotrici del referendum.

La provincia con la più alta affluenza è Lecce (12,22%), quella più bassa è Reggio Calabria (4,49%).

Il prossimo aggiornamento è atteso per le 19. Nell'attesa, perché non leggere i nostri approfondimenti sul referendum?

ORE 13.15:Mancano 2 comuni (Novara e Concorezzo, in provincia di Monza e Brianza). Il dato non dovrebbe comunque spostarsi dall'attuale 8,36%.

ORE 13.05: Mancano 5 comuni e l'affluenza è 8,36%. Il dato di Milano è arrivato: 8,12%.

ORE 13.00:Mancano 15 comuni, fra cui Milano, e l'affluenza è all'8,35%

ORE 12.50:Arriva il dato di Torino: 8,77%; e di Palermo: 8,12%. Mancano poco più di 100 comuni e l'affluenza si stabilizza all'8,34%.

ORE 12.45:Mancano circa 200 comuni, affluenza all'8,33%

ORE 12.40:Arriva il dato dell'affluenza di Napoli: 7,21%. Fra le prime cinque città italiane per abitanti mancano i dati per Milano, Torino e Palermo. Su 7500 comuni l'affluenza è al 8,26%.

ORE 12.35:7000 comuni su 8000, affluenza: 8,16%. A Roma ha votato l'8,66%.

ORE 12.30:Siamo a 6000 comuni su 8000, l'affluenza guadagna ancora: 8,15%. Mancano ancora i comuni più grandi.

ORE 12.20:Siamo a metà strada: recupera ancora il dato dell'affluenza, superato l'8%

ORE 12.15: Dopo i primi 2500 comuni, l'affluenza sale un altro po', al 7,65%.

ORE 12.10:Secondo i dati provenienti da 1450 comuni su 8000 in totale (18%), l'affluenza è del 7,35%.

ORE 12.05: Stando ai primissimi dati, basati sul 6% dei comuni, l'affluenza è al 6,86%.

Dalle 7 alle 23 di domenica 17 aprile (e solo in questa giornata) sarà possibile votare per il cosiddetto referendum sulle trivelle. Sono chiamate al voto 50786340 persone (di cui 46887562 in Italia e 3898778 residenti all'estero): perché il referendum sia valido sarà necessario raggiungere il 50%+1 degli aventi diritto, ovvero 25393171 elettori.

LEGGI ANCHE: Referendum trivelle 17 aprile: la guida per votare informati

Sono previste tre rilevazioni dell'affluenza: la prima verrà resa nota dopo le 12, la seconda dopo le 19 e la terza alla chiusura dei seggi alle 23. Il dato sarà relativo ai 61563 seggi in Italia. Alle 23 sarà resa nota anche l'affluenza nelle circoscrizioni Estero, che probabilmente sarà più bassa di quella italiana.

In linea teorica, un'affluenza sotto il 10% alle 12 indicherà che raggiungere il quorum sarà piuttosto complicato, mentre sopra il 15% il raggiungimento sarà molto probabile. Un numero all'interno di questa forchetta indicherebbe che la partita è aperta.

Per quanto riguarda l'affluenza delle 19, una percentuale inferiore al 20% indica una grossa probabilità che il referendum sarà invalidato, mentre un'affluenza superiore al 30% dovrebbe indicare che il quorum è raggiungibile.

IBTimes Italia seguirà gli aggiornamenti relativi all'affluenza alle 12 e alle 19, e quindi del risultato dopo le ore 23. In caso di raggiungimento del quorum, è molto probabile che vincerà il Sì.

PER APPROFONDIRE

Referendum trivelle, basiamoci sui fatti: cosa dice la scienza

Referendum trivelle: guida pratica agli starnazzamenti più comuni

Referendum trivelle: perché votare sì, perché votare no, perché non votare

Referendum trivelle e fonti energetiche: la situazione in Italia e in Europa, qualche chiarimento

Referendum trivelle: come si vota fuori sede o dall’estero? Ecco le istruzioni e gli sconti per chi vuole partecipare al voto

Referendum trivelle: alcuni chiarimenti importanti

Referendum trivelle: come voteranno i partiti e i ministri?

Authors: InvestireOggi.it

Leggi originale su: http://it.ibtimes.com/referendum-trivelle-risultati-quorum-lontanissimo-ma-i-si-sono-128-milioni-1447567

 

Menu Principale

Risorse Utili