Oro, gli Hedge Fund comprano a mani basse: il biondo metallo torna protagonista?

E-mail Stampa PDF

L'oro è tornato. Il biondo metallo ha guadagnato il 17% quest'anno grazie agli investitori che hanno moderato le proprie previsioni relative alla crescita economica degli Stati Uniti. La crescita dei prezzi dell'oro è stata sufficiente per spingere il guru degli hedge fund George Soros, che una volta ha dichiarato l'oro “la bolla definitiva”, a comprare fondi che investono in oro e altre azioni collegate a questo metallo, stando a documenti rilasciati questa settimana.

Dietro alla crescita dei prezzi dell'oro ci sono diversi fattori. Gli investitori hanno modificato al ribasso le proprie aspettative verso l'aumento dei tassi di interesse da parte della Federal Reserve: l'aumento dei tassi, infatti, tende a rendere l'oro un investimento meno attraente rispetto al dollaro USA. Intanto i prezzi delle valute sono scesi nei maggiori paesi con forti industrie estrattive, come Sudafrica e Russia, rendendo le esportazioni più economiche.

I più grandi estrattori di oro hanno sofferto il crollo dei prezzi da 1883 dollari l'oncia nel 2011 al minimo di 1062 dollari lo scorso dicembre. Queste compagnie hanno sottoscritto negli ultimi anni una montagna di debiti è tagliato investimenti per rimanere solventi, ma adesso, con i prezzi del petrolio in gran spolvero, queste compagnie stanno puntando a più alti margini di profitto e a tagliare i propri debiti.

Nel primo trimestre del 2016 Soros a accumulato 124 milioni di dollari nello SPDR Gold trust, il maggiore ETC collegato all’oro a livello mondiale. L'investitore ha anche acquistato 19,4 milioni di azioni di Barrick Gold Corporation, una quota attualmente valutata 264 milioni di dollari. Soros è in compagnia di altri pesi massimi del mondo hedge fund, come Barry Rosenstein di Jana Partners.

Non si tratta comunque di una scommessa sicura, poiché funzionari della Fed continuano a mostrare di avere la volontà di aumentare i tassi di interesse in giugno, mettendo a rischio un ulteriore crescita dell'oro. Jeffrey Lacker, presidente della Federal Reserve Bank di Richmond, ha detto al Washington Post lunedì che “la possibilità di un aumento dei tassi sembra piuttosto forte a giugno”.

Gli investitori restano scettici su questa affermazione, con i mercati dei futures che danno una possibilità di appena il 7,5% che la Federal Reserve possa decidere rimuovere i tassi il prossimo mese, secondo i dati forniti da CME Group.

Authors: InvestireOggi.it

Leggi originale su: http://it.ibtimes.com/oro-gli-hedge-fund-comprano-mani-basse-il-biondo-metallo-torna-protagonista-1451797

 

Menu Principale

Risorse Utili