Aumenta la probabilità della Brexit: l'incertezza si fa sentire sui mercati, aspettando la Fed

E-mail Stampa PDF

I rendimenti del bund tedesco sono precipitati sotto lo zero martedì per la prima volta e i mercati globali sono scesi per il quarto giorno di fila, il tutto a causa delle preoccupazionirelative ad un’uscita del Regno Unito dall’Unione europea.

I sondaggi e i bookmaker hanno alzato le probabilità della Brexit nel voto referendario che si terrà il 23 giugno. Anche il maggiore tabloit britannico, il Sun, ha fatto uscire un numero a favore della Brexit.

I rendimenti del bund a 10 anni sono scesi in territorio negativo dello 0,032 per cento, cosa che significa che gli investitori pagano per prestare soldi al governo tedesco per un decennio.

I Treasury statunitensi sono scesi ai loro minimi di quattro mesi a causa delle preoccupazioni sulla Brexit mentre gli investitori iniziano a essere meno convinti sulle aspettative di rialzo dei tassi da parte della Fed. Mercoledì, a termine del meeting di due giorni, la FOMC annuncerà la propria decisione sui tassi di interesse.

“Il mercato è seriamente preoccupato per l’incertezza che ne potrebbe scaturire”, ha detto riferendosi alla Brexit Tony Bedikian, capo dei mercati globali presso la Citizens Bank di Boston.

I futures sui fondi della Fed mostrano che gli investitori danno una probabilità decisamente bassa per un ritocco dei tassi già a partire da questo mercoledì, specie dopo i dati poco convincenti arrivati dal mercato del lavoro a maggio. Le probabilità sono scivolate vicino allo zero mentre i sondaggi danno in crescita la Brexit.

Brexit Opinion Polling: Remain vs. Leave | Graphiq

Un’uscita del Regno Unito incrementerebbe i rischi sulla crescita mondiale e metterebbe sotto pressione la moneta unica con conseguente rafforzamento del dollaro, cosa che potrebbe appesantire le condizioni finanziare e a far riconsiderare alla Fed un rialzo dei tassi, ha detto Jeffrey Kleintop, responsabile per gli investimenti strategici alla Charles Schwab & Co. di Boston.

L’indice mondiale ha fatto registrare un calo dell’1,12 per cento mentre gli indici europei sono andati in rosso per la quinta seduta di fila. L’indice europeo FTSEurofirst 300 è caduto dell’1,8 per cento dopo aver toccato i minimi degli ultimi tre mesi.

A Wall Street il Dow Jones è arretrato di oltre 50 punti - circa lo 0,3 per cento - fermandosi intorno 17675 punti, dopo aver perso 100 punti nella sessione precedente. Lo S&P 500 è arretrato invece di circa lo 0,2 per cento e il Nasdaq dello 0,1 per cento.

I prezzi del petrolio sono caduti per il quarto giorno di fila, spinti al ribasso dalle preoccupazioni degli investitori sulla Brexit. Il referendum sta mettendo in ombra i segnali positivi che hanno caratterizzato questo mercato nelle precedenti settimane, con l’Agenzia Internazionale dell’Energia che ha riferito che il mercato del petrolio si sta iniziando a ribilanciare dopo due anni di surplus. Sia il brent che il WTI si sono riportati sotto la quota dei 50 dollari al barile.

UK Expatriates in the European Union | FindTheData.org

“Nonostante l’OPEC e l’Agenzia Internazionale dell’Energia abbiano rassicurato sulla solidità del mercato del petrolio, la paura di una caduta dovuta all’uscita della Gran Bretagna dall’euro zona sta mandando i mercati in fibrillazione”, ha detto Phil Flynn, un analista della Price Futures Group di Chicago.

Il dollaro si è apprezzato di circa l’1,5 per cento dai minimi di giugno nei confronti di un paniere di valute a causa dei timori della Brexit.

La volatilità della sterlina è salita sui massimi degli ultimi 20 anni, salendo oltre i livelli che avevamo già visto nel 2008 con il collasso di Lehman Brothers. Lo yen è salito sui massimi contro l’euro degli ultimi tre anni.

L’euro ha perso l’1,18 per cento contro lo yen toccando quota 118,71, mentre il dollaro ha perso contro la valuta giapponese lo 0,23 per cento.

Il dollaro ha iniziato a indebolirsi con lo yen dopo i forti dati sulle vendite al dettaglio di maggio, dal momento che le probabilità per vedere un imminente ritocco al rialzo del tasso statunitense si sono abbassate.

All'articolo ha contribuito anche l'agenzia Reuters.

Authors: InvestireOggi.it

Leggi originale su: http://it.ibtimes.com/aumenta-la-probabilita-della-brexit-lincertezza-si-fa-sentire-sui-mercati-aspettando-la-fed-1455520

 

Menu Principale

Risorse Utili


Articoli correlati

Purtroppo non ci sono articoli correlati