Scadenze fiscali, luglio 2016: caos UNICO e 730, attenzione ai termini. Ecco il calendario completo

E-mail Stampa PDF

La buona notizia è che IMU e TASI, almeno fino al mese di dicembre, sono state archiviate, la brutta è che anche il mese di luglio, quanto a scadenze fiscali, non ha nulla da invidiare a giugno.

31 giorni colmi di appuntamenti che rischiano di lasciare molti contribuenti con pochi euro da spendere durante le ferie estive.

La scadenza più importante, riguarda senza dubbio il versamento dei oneri derivanti dal modello Unico 2016 dopo la proroga (come sempre in extremis) stabilita poche settimane fa. Da non dimenticare, anche lo slittamento della presentazione del modello 730  e i termini riguardanti IVA,  IRPEF e Intrastat.

Di seguito, ecco il calendario completo delle scadenze fiscali relative al mese di luglio 2016.

Scadenze fiscali, 6 luglio: imposte derivanti da UNICO

Lo scorso 14 giugno, a due giorni dalla scadenza originale (16 giugno), il Presidente del Consiglio ha firmato il decreto contenente la proroga al 6 luglio del termine per “i versamenti derivanti dalla dichiarazione dei redditi, dalla dichiarazione IRAP e dalla dichiarazione unificata annuale da parte dei contribuenti che esercitano attività economiche per le quali sono stati elaborati gli studi di settore”.

Ricordiamo che I versamenti dovuti per la presentazione del modello Unico possono essere effettuati anche dal 7 luglio al 22 agosto, pagando una maggiorazione pari allo 0,4%. Lo slittamento vale anche alle persone fisiche soggette al regime dei minimi e al regime forfettario.

Scendendo nei dettagli, il 6 luglio sarà l’ultimo giorno utile per pagare il saldo 2015 e l’acconto 2016 relativi alle seguenti tipologie di imposte:

  • versamenti dichiarazione dei redditi, modello Unico 2016 PF e SP: saldo Irpef 2015 e primo acconto Irpef 2016;

  • versamenti IRES da dichiarazione dei redditi 2016 (per i soggetti passivi dell’imposta sul reddito delle società);

  • pagamento IVIE;

  • pagamento IVAFE;

  • pagamento cedolare secca sugli affitti (sia in saldo che in acconto);

  • pagamento imposta sostitutiva, per i titolari di partita IVA regime minimi e forfettario;

  • pagamento IMU e TASI per i contribuenti che non godo degli esoneri stabiliti dalla Legge di Stabilità 2016.

Scadenze fiscali 7 luglio: modello 730

La proroga stabilita nel mese di giugno per la presentazione del modello 730 non vale per tutte le tipologie di contribuenti. Alcuni dovranno rispettare la precedente scadenza, fissata per il 7 luglio 2016. Nel dettaglio, dovranno regolarizzare la loro posizione entro il termine sopra indicato coloro che consegnano al CAF o al professionista abilitato il 730 (sia nella versione precompilata che in quella ordinaria), con il modello 730-1 (per la destinazione dell'8, del 5 e del 2 per mille dell'IRPEF), e la documentazione per autorizzare questi soggetti alla compilazione del modello. La scadenza è valida anche per i sostituti d'imposta che prestano l'assistenza fiscale per la compilazione del modello 730.

Scadenze fiscali, 15 luglio: fatture differite per soggetti IVA

Entro il 15 luglio 2016 i soggetti IVA devono emettere le fatture differite relative a beni consegnati o spediti nel mese solare precedente e risultanti da documento di trasporto o da altro documento per l’individuazione delle parti contraenti.

Le fatture devono essere emesse indicando la data e il numero di tutti i documenti cui l’operazione è riferita.

Scadenze fiscali, 15 luglio: ravvedimento 

Entro la stessa data, i contribuenti potranno avere accesso al ravvedimento breve (30 giorni) sulle scadenze non adempiute entro il 16 giugno 2016 (IMU e TASI in primis). Usufruendo del ravvedimento si riceverà una sanzione ridotta pari al 3% cui occorre aggiungere gli interessi.

Scadenze fiscali, 18 luglio: IVA e IRPEF

La scadenza originale era stata fissata il 16 luglio, che però cade di sabato. Dunque, entro il 18 luglio (lunedì) dovranno essere effettuati alcuni adempimenti riguardanti IVA e IRPEF. Nel dettaglio:

  • il versamento IVA di competenza giugno 2016 per i contribuenti che liquidano l’IVA mensilmente. Il versamento deve essere eseguito tramite modello F24 indicando il codice tributo 6006 nella sezione erario;

  • il versamento delle ritenute alla fonte a titolo d’acconto operate dai sostituti d’imposta su redditi di lavoro dipendente e assimilati corrisposti nel mese precedente. (ritenute più addizionali comunali e regionali);

  • Oltre alle ritenute il sostituto d’imposta deve versare anche le addizionali comunali e regionali;

  • il versamento delle ritenute alla fonte a titolo d’acconto operate dai sostituti d’imposta su redditi da lavoro autonomo corrisposti nel mese precedente.

  • le provvigioni per rapporti di commissione, di agenzia, di mediazione e di rappresentanza corrisposte nel mese precedente.

Scadenze fiscali, 22 luglio: modello 730

Come detto in precedenza, in base a quanto stabilito dal decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri firmato a metà giugno, dovranno rispettare il termine del 22 luglio per la presentazione del modello 730:

  • i contribuenti che hanno deciso di presentare il modello 730 in modo autonomo (sia ordinario che precompilato)

  • i CAF o professionisti abilitati che modificano e inviano il modello 730 ordinario o precompilato. In questo caso, però, c’è il vincolo dell’80% di modelli 730 già inviati. Il DPCM stabilisce  che la scadenza per la presentazione del modello 730 da parte di CAF e professionisti abilitati slitta dal 7 al 22 luglio a patto che “entro il 7 luglio 2016 abbiano effettuato la trasmissione di almeno l’ottanta per cento delle medesime dichiarazioni”. La proroga e la nuova scadenza quindi riguarda solo il restante 20% di modelli 730.

Scadenze fiscali, 25 luglio: Intrastat

L’ultimo appuntamento fiscale del mese riguarda i contribuenti operatori intracomunitari con obbligo mensile e trimestrale INTRASTAT che effettuano acquisti o vendite nei confronti di soggetti passivi IVA appartenenti all’Unione Europea.

Entro il 25 luglio, occorrerà presentare gli elenchi riepilogativi INTRASTAT delle cessioni e/o acquisti e prestazioni di servizi intracomunitari effettuati nel mese di giugno per i contribuenti con obbligo mensile (ovvero quelli che effettuano acquisti intra UE per più di 50.000 euro annui) ovvero nel secondo trimestre 2016 per i contribuenti con obbligo Intrastat trimestrale.

Scadenze fiscali, 7 luglio - 22 agosto: Unico

Dal 7 luglio al 22 agosto è possibile effettuare il versamento delle imposte legate al modello Unico pagando una piccola maggiorazione dello 0,4% a titolo di interesse.

Authors: InvestireOggi.it

Leggi originale su: http://it.ibtimes.com/scadenze-fiscali-luglio-2016-caos-unico-e-730-attenzione-ai-termini-ecco-il-calendario-completo

 

Menu Principale

Risorse Utili