Olimpiadi di Rio 2016: quanto costano i Giochi? Troppo per il Brasile

E-mail Stampa PDF

Sono iniziate ufficialmente le Olimpiadi di Rio De Janeiro 2016, l’evento sportivo più importante e più atteso dell’anno, ma anche il più costoso. In totale, secondo alcuni calcoli, la spesa dovrebbe essere stata pari a circa 40 miliardi di reais (circa 11 miliardi di euro) cui devono aggiungersi ulteriori spese aggiuntive, alcune delle quali finanziate dallo Stato di Rio, puntualmente andato in default. Da tenere in considerazione che nel calcolo non sono ancora stati conteggiati né i fondi per la sicurezza, il cui ammontare dovrebbe essere parecchio alto data l’emergenza terrorismo. Inoltre la Corte dei Conti ha fatto sapere che gli organizzatori avrebbero “dimenticato di conteggiare alcune spese”.

Nel caso in cui gli 11 miliardi sopra riportati fossero confermati, la spesa sarebbe simile a quella effettuata quattro anni fa per i Giochi di Londra 2012 e dunque di parecchio inferiore rispetto al record raggiunto da Pechino 2008.

Da sottolineare che, nel frattempo il Governatore facente funzione dello Stato di Rio ha pensato bene di decretare lo stato di calamità pubblica: “La grave crisi finanziaria ci impedisce di onorare gli impegni presi per la realizzazione delle Olimpiadi e Paraolimpiadi”, ha detto Dornelles. Rio non può più pagare, avendo accumulato un debito pari a circa 19 miliardi di reais (5,2 miliardi euro).

Analizzare i costi dell’Olimpiade attualmente in corso sembra particolarmente interessante per l’Italia, data la possibile candidatura per Roma 2024 che però sembra ormai essere sfumata.

Olimpiadi: quanto costano? Le cifre ufficiali

Prima di parlare dei vari calcoli occorre fare una dovuta premessa: I costi reali di un evento del genere sono difficilmente quantificabili, tanto più che  i comitati promotori forniscono spesso e volentieri solo  dati parziali, lasciando agli altri il compito di immaginare il resto.

Detto ciò, serve anche dire che i costi delle olimpiadi non sono a capo di un solo soggetto. L’autorità pubblica per i Giochi Olimpici e il Governo Federale brasiliano hanno fatto sapere che per l’occasione, sono stati creati due enti ad hoc. Il primo è il Comitato Organizzatore, dotato di 2,1 miliardi di dollari e “specializzato” nelle due cerimonie di apertura e di chiusura, il secondo è l’Apo (Autorità Pubblica Olimpica) che ha avuto il compito di gestire i centri sportivi, dotato di un capitale pari a 1,9 miliardi di euro. All’Esecutivo invece l’onere delle infrastrutture.

Scendendo nel dettaglio, secondo quanto riportato da lettera 43, il Governo Federale ha gestito l’ammontare più alto di fondi a disposizione, circa 7,1 miliardi di dollari americani, dei quali il 57% (4,1 miliardi di dollari) proviene dalle casse pubbliche. Il restante 43% è stato invece finanziato tramite contributi privati. Questi soldi sono stati spesi per migliorare la mobilità (bus, tram e metropolitana), ampliare il porto di Maravilha, ecc.

Facendo un rapido calcolo, sommando i costi del Mondiale di Calcio del 2014 e quelli delle Olimpiadi 2016, il Brasile negli ultimi 9 anni ha speso circa 26 miliardi di dollari, 15 per i primi, 11 per le seconde.

Olimpiadi 2016: l’impatto economico

Una spesa del genere si affronta in previsione di un possibile impatto economico positivo sull’economia del Paese. Ma così non è stato per il Mondiale di due anni fa. In base ai dati ufficiali è accaduto l’esatto contrario: il Prodotto Interno Lordo brasiliano è sceso dal +0,1% del 2014 al -3,8% del 2015 e le previsioni per queste Olimpiadi non sembrano essere delle migliori. Guardando il precedente di Londra 2012 (flusso economico pari a 12 miliardi di euro) le prospettive potrebbero essere incoraggianti, ma dati i primi risultati sembra difficile che il “successo” venga replicato a quattro anni di distanza.

Secondo quanto riportato dal quotidiano Lettera 43 infatti, la vendita dei biglietti sarebbe di gran lunga inferiore alle attese. Ad oggi ne sarebbero stati venduti circa 4,8 dei 6,1 milioni a disposizione. Solo per le partite di calcio 500mila tagliandi sono andati invenduti.

Olimpiadi 2016: lo studio della Oxford University

Parlando di costi, sembra interessante leggere quanto contenuto in uno studio effettuato dalla Oxford University, secondo cui nel corso delle varie edizioni ogni Paese avrebbe sforato il budget previsto nelle fase preliminari in media del 176%.

Lo stesso report calcola anche la percentuale di spesa effettuata nel passato per singolo atleta: in media, per ogni atleta olimpico sono stati spesi circa 600mila dollari.

Authors: InvestireOggi.it

Leggi originale su: http://it.ibtimes.com/olimpiadi-di-rio-2016-quanto-costano-i-giochi-troppo-il-brasile-1461695

 

Menu Principale

Risorse Utili