Pensione: quattro ipotesi per alzare le minime. Ecco a che punto è il pacchetto pensioni

E-mail Stampa PDF

Sono quattro le ipotesi, attualmente oggetto di valutazione, per sostenere i pensionati minimi.Mentre i tecnici del Governo continuano a lavorare sull’APE, l’assegno pensionistico per la pensione anticipata delle classi 1951-52-53, resta aperto il dibattito sulle pensioni minime.

Il presidente dell’INPS, Tito Boeri, intervistato dal Sole 24 Ore, chiede di valutare il reddito complessivo familiare e non il singolo pensionato per selezionare la platea dei pensionati “poveri” da aiutare. “Se si vuole davvero dare un aiuto ai pensionati più poveri è bene guardare al loro reddito famigliare non solo a quello pensionistico individuale, come fa la 14esima che, in 7 casi su 10, va a persone che povere non sono”, spiega Boeri.

Attualmente sono quattro le ipotesi sul tavolo, ognuna con platea più o meno ristretta di beneficiari e costi diversi da valutare. Si va dall’allargamento della 14esima, alla modifica della no tax area, a cui si aggiungono le più recenti ipotesi di innalzamento della pensione minima e bonus 80 euro da erogare anche ai pensionati.

Ma il pacchetto pensioni da inserire nella legge di stabilità prevede anche altre importanti novità per coloro che ancora devono andare in pensione: la possibilità di uscire 3 anni prima, ricongiungimenti non onerosi dei contributi versati in casse diverse e riscatto gratuito della laurea. Tra i dossier anche un bonus per i lavoratori precoci e coloro che hanno svolto lavori usuranti, ma non è ancora stata definitiva la platea degli interessati. Come sempre, infatti, c’è il problema delle risorse. Con il PIL in frenata il Governo ha un margine fiscale di manovra molto limitato e sarà necessario fare delle scelte per evitare di “aumentare ancora il debito pensionistico” come chiesto da Boeri.

Pensioni minime: quattro soluzioni

Inizialmente erano due le proposte per le pensioni minime: l’estensione della platea dei pensionati beneficiari della 14esima, l’assegno in più incassato dai pensionati con pensione bassa, e l’innalzamento della no tax area, cioè la soglia al di sotto della quale i pensionati non pagano tasse.

Sul punto interviene, però, il presidente dell’INPS Boeri che chiede al Governo di considerare il reddito familiare complessivo per evitare che la 14esima vada a pensionati minimi che, però, a livello familiare non sono affatto poveri. Secondo Boeri, allora, sarebbe meglio “aumentare le maggiorazioni sociali, che guardano all'insieme dei redditi famigliari, o, ancora meglio, selezionare i beneficiari usando l'ISEE” che considera anche il patrimonio familiare ed immobiliare del pensionato.

A queste due ipotesi, negli ultimi giorni, se ne sarebbero aggiunte altre due: estensione del bonus 80 euro ai pensionati e l’aumento delle pensioni minime attualmente intorno ai 500 euro. Il problema resta sempre il costo dell’operazione. Ad oggi la pensione minima va a circa 3,5 milioni di italiani e ogni aumento anche se contenuto sarebbe un bel costo per le casse dello Stato, mentre l’estensione degli 80 euro ai pensionati costerebbe circa 3,5 miliardi di euro l’anno. Il tema dovrebbe essere affrontato nei prossimi incontri in programma con i sindacati.

APE: si lavora sulle penalizzazioni

Ancora da sciogliere anche il nodo dell’assegno pensionistico per la pensione anticipata. L’APE dovrebbe entrare in vigore nel 2017 ed essere destinato ai lavoratori del 1951-53 sia privati che statali. Le categorie di lavoratori che potranno andare in pensione anticipata sono tre su cui si modellano diverse forme di intervento: i disoccupati di lungo corso, coloro che sono oggetto di una ristrutturazione aziendale e i lavoratori che vogliono andare in pensione anticipata per scelta personale.

Secondo le ultime indiscrezioni, i tecnici di Palazzo Chigi starebbero pensando ad una penalizzazione tra lo 0 e il 2,9% l’anno per chi è rimasto senza lavoro oppure ha qualche disabilità; e tra il 4,5% e il 6,9%, per chi sceglie volontariamente di lasciare il lavoro in anticipo.

Per l’appuntamento con la legge di stabilità il Governo dovrà trovare la quadra tra risorse disponibili e misure da introdurre e approvare un decreto ministeriale per per attivare gli accordi con le banche e le assicurazioni che dovranno finanziare le pensione anticipata.

 

Authors: InvestireOggi.it

Leggi originale su: http://it.ibtimes.com/pensione-quattro-ipotesi-alzare-le-minime-ecco-che-punto-e-il-pacchetto-pensioni-1463268

 

Menu Principale

Risorse Utili