Legge di stabilità 2016, ecobonus e bonus ristrutturazioni: maxi-proroga e aumento dei rimborsi, ecco le novità

E-mail Stampa PDF

Tra i dossier sul tavolo dell’esecutivo per la prossima legge di Stabilità c’è anche quello relativo agli ecobonus e ai bonus ristrutturazione che senza intervento scadranno il 31 dicembre del 2016. Ma considerato il successo di ecobonus e bonus ristrutturazioni, che soltanto quest’anno hanno stimolato 29 miliardi di investimenti, il Governo intende prorogarli anche per il prossimo anno. E non solo. A quanto pare l’ipotesi è di allungare i tempi per “stabilizzare” ecobonus e bonus ristrutturazioni senza però renderli strutturali e alzare anche l’asticella della percentuale di detrazione IRPEF riconosciuta.Ma vediamo meglio le novità in arrivo.

Ecobonus e bonus ristrutturazioni: la situazione attuale

Da anni, ogni legge di stabilità proroga gli ecobonus e i bonus ristrutturazioni. Attualmente scadono il 31 dicembre 2016 tre diversi bonus legati agli interventi sulle abitazioni:

  • 50% di detrazioni IRPEF sulla ristrutturazione di casa fino a 96mila euro;
  • 50% di detrazioni IRPEF sull’acquisto di mobili per la casa ristrutturata fino a 10mila euro;
  • 65% di detrazioni IRPEF su interventi di efficientamento energetico fino a 100mila o adeguamento antisismico degli edifici.

Se il Governo non dovesse intervenire con la legge di stabilità 2016, dal primo gennaio 2017 il bonus ristrutturazioni passerebbe dal 50% al 36% ordinario con un tetto massimo di 46mila euro, così com’era previsto prima del 2012; stessa sorte toccherebbe anche all’ecobonus con detrazioni ridotte al 36% e tetto di spesa massima dimezzato.

Ecobonus e bonus ristrutturazioni: le novità in arrivo

Già da alcune settimane si sente spesso parlare di ecobonus e bonus ristrutturazioni perché oltre alla consueta proroga degli incentivi fiscali il Governo sta lavorando ad alcune interessanti novità.

Come abbiamo già spiegato, pare che il Governo abbia intenzione di inserire nella prossima legge di stabilità un fondo di 5 miliardi per l’anticipo delle spese per i lavori di efficientamento energetico che riguardano i condomini e un nuovo meccanismo di rimborso in un’unica soluzione anziché la formula del rimborso rateale in 10 anni.

Oltre a questo, però, altre tre ipotesi sono sul tavolo del Governo. La prima riguarda i tempi: l’intenzione emersa da fonti governative è di estendere bonus ed ecobonus per 2-3 anni in modo da rendere più stabile l’incentivo fiscale agli occhi dei contribuenti intenzionati a fare lavori sulla propria abitazione o condominio, ma senza renderli davvero strutturali perché così facendo si rischierebbe di perdere l’effetto positivo immediato.

Attualmente la detrazione IRPEF per i lavori di efficientamento energetico e adeguamento antisismico è fissata al 65%, ma con la legge di stabilità 2016 il Governo potrebbe riuscire ad alzare la quota di spese rimborsate dallo Stato.

Infine, la terza ipotesi riguarda proprio il canale per il rimborso. Il meccanismo attuale che prevede detrazioni IRPEF esclude automaticamente chi ha redditi bassi e quindi non ha alcuna imposta da “scontare”. Per allargare l’agevolazione agli “incapienti” il Governo sta pensando di recuperare gli incentivi fiscali tramite gli oneri del riscaldamento, quindi, con sconti in bolletta.

I benefici di ecobonus e bonus ristrutturazioni

Ogni anno arriva la consueta proroga di ecobonus e bonus ristrutturazioni perché si tratta di interventi positivi per la riqualificazione del patrimonio edilizio del Paese e perché stimolano gli investimenti e di conseguenza l’occupazione de settore edilizio.

Secondo l’analisi "Il recupero e la riqualificazione energetica del patrimonio edilizio: una stima dell’impatto delle misure di incentivazione", elaborata da Servizio studi Camera e Cresme nei primi sette mesi dell'anno sono stati registrati investimenti pari a 29,2 miliardi di euro, dei quali 3,5 stimolati dall'ecobonus del 65% per il risparmio energetico e 25,7 dalle detrazioni del 50% per le ristrutturazioni edilizie. Se l'andamento delle proiezioni fosse confermato, il 2016  farebbe registrare un +16% sugli investimenti incentivati rispetto al 2015 e 1,7 milioni di domande.

Authors: InvestireOggi.it

Leggi originale su: http://it.ibtimes.com/legge-di-stabilita-2016-ecobonus-e-bonus-ristrutturazioni-maxi-proroga-e-aumento-dei-rimborsi-ecco

 

Menu Principale

Risorse Utili