Deutsche Bank, i guai non sono ancora finiti: altri 9,5 milioni di multa dalla SEC

E-mail Stampa PDF

Non sono ancora finiti i guai di Deutsche Bank, il colosso bancario tedesco che rischia di portare a picco l’intero comparto europeo. Non ancora chiusa la vicenda giudiziaria con il dipartimento di giustizia americano per i mutui subprime, un’altra tegola cade in testa alla banca teutonica.

Le agenzie di stampa, infatti, annunciano l’arrivo di un’altra multa, questa volta da parte della Securities and Exchange Commission, l’equivalente americano della Consob italiana, per un valore di 9,5 milioni di dollari.

Secondo la SEC Deutsche Bank non ha salvaguardato informazioni non pubbliche generate dai suoi analisti dedicati alla ricerca e per questo dovrà pagare la multa di 9,5 milioni di dollari e impegnarsi a non commettere altre violazioni delle leggi finanziarie americane. 

La multa della SEC va ad aggiungersi a quella su cui la banca tedesca sta trattando con il Dipartimento di giustizia americano che ha chiesto 14 miliardi di dollari per lo scandalo dei mutui subprime che hanno portato alla crisi finanziaria del 2008. La notizia di un accordo tra il Dipartimento USA e la banca tedesca per la riduzione della sanzione a circa 5 miliardi di dollari, è stata smentita la scorsa settimana portando nuovamente panico sui mercati.Oggi alla notizia della nuova multa inflitta a Deutsche Bank il titolo della banca ha perso quasi il 3% in Borsa e l’euro è crollato. Le difficoltà del colosso tedesco del credito, infatti, si ripercuoto sull’intero comparto bancario europeo e sui mercati.

Deutesche Bank e la multa SEC

Secondo quanto riporta l’agenzia di stampa Radiocor, la SEC ha contestato a Deutsche Bank una serie di “pratiche inappropriate”, come, per esempio, la  pubblicazione di uno studio che assegnava una valutazione positiva alla catena di negozi Big Lots che, però, non rifletteva la visione personale dell’analista Charles Grom che in sede privata diceva consigliava di non comprare il titolo. L’analista all’inizio dell’anno è stato multato e sospeso dal settore per un anno.

La banca non ammette nè nega le accuse della SEC, ma fatto sta che dovrà pagare 9,5 milioni di euro di multa e impegnarsi a porre fine a queste "pratiche".

Tutti i problemi di Deutsche Bank

La notizia della multa da parte della SEC è soltanto l’ultima tegola arrivata di recente sulla testa di Deutsche Bank, il principale gruppo bancario del vecchio Continente e, secondo il Fondo Monetario Intenazionale, il maggior rischio per l’intero sistema bancario europeo.

L’aumento di capitale, ormai, è un passo obbligato. La banca tedesca ha accantonato poco più di 5 miliardi per far fronte alle spese legali e alle multe per le numerose cause in corso. Ma a quanto pare dagli Stati Uniti arrivano richieste ben più onerose.

Nelle scorse settimane, in Germania, si è iniziato a parlare di un aumento di capitale di circa 5 miliardi, ma alla luce delle recenti notizie è probabile che l’ammontare dell’operazione debba essere rivisto al rialzo. Le difficoltà della prima banca del Paese rischiano di essere un problema anche per Angela Merkel impegnata nella campagna elettorale per le elezioni del 2017. Partecipare con soldi pubblici all’operazione significherebbe andare contro le regole europee sugli aiuti di Stato tanto sostenute dalla Cancelliera, ma lasciare Deutsche Bank alla deriva significa mette a repentaglio l’intero settore bancario.

A salvare Deutsche Bank e la Cancelliera, però, potrebbe arrivare una trentina tra industrie e grandi imprese tedesche che si sono dette disponibili a partecipare all’operazione di aumento di capitale favorendone la sua buona riuscita. Ma chissà se la nuova multa proveniente dagli Stati Uniti cambierà o no le carte in tavola.

Una precedente versione dell'articolo riportava un erroneo importo della multa. Ci scusiamo con i lettori.

Authors: InvestireOggi.it

Leggi originale su: http://it.ibtimes.com/deutsche-bank-i-guai-non-sono-ancora-finiti-altri-95-milioni-di-multa-dalla-sec-1469466

 

Menu Principale

Risorse Utili