Lavorare con Enel

E-mail Stampa PDF

Enel_Newlogo

Fra le grandi società operanti nel mercato dell’energia in Italia, quella che fa maggior gola ai giovani e giovanissimi alla ricerca di un lavoro è sicuramente l’Enel. Non solo produce, ma distribuisce e vende elettricità e gas, e negli ultimi periodi con le nuove proposte e le interessanti offerte, è riuscita a svecchiarsi ed entrare con maggiore vigore nel nuovo decennio.

Dal 1999 è quotata in Borsa e ad oggi è presente in ben 23 paesi diversi. Il che si traduce, per i disoccupati ed inoccupati, in un mare di offerte lavorative.

E’ la stessa Enel nel suo sito a dare sette buoni motivi per lavorare nel suo gruppo. Incontestabile la sua solidità. Conta infatti un altissimo numero di azionisti e di clienti e non manca di essere dotata di risorse tecnologiche prima e finanziare poi, che la aiuteranno ad affrontare le sfide dei prossimi anni. Altro motivo che potrebbe incentivare il giovane a lavorare per l’Enel è la sua responsabilità sociale ed ambientale, l’interesse per la ricerca e per l’innovazione (si stima che ogni anno l’azienda investa 120 milioni di euro in nuovi progetti e nuove tecnologie), e la sicurezza che si assicura a chi lavora nel suo organico.

Un’azienda all’apparenza niente male? Tanto più che pare essere alla ricerca di persone che abbiano capacità d’innovazione, iniziativa, dinamismo e forte motivazione. Insomma che possano contribuire al cambiamento, allo svecchiamento e all’internalizzazione dell’Enel.

Una volta inviato il proprio curriculum il candidato ritenuto idoneo verrà sottoposto ad una sorta di colloquio attitudinale motivazionale e tecnico professionale, che varierà naturalmente al variare della posizione per la quale ci si è candidati.

Quando si tratta di ricerca di personale esperto i colloqui saranno individuali, mentre per i profili junior si prediligeranno prove di gruppo. Fondamentale anche in questo genere di lavoro la buona conoscenza della lingua inglese.

I profili junior ritenuti idonei verranno inseriti in azienda con contratto della durata di 18 mesi,mentre il personale esperto, inserito nelle aree tecniche operative, verrà assunto con contratto di apprendistato professionale della durata di 38-40 mesi. Ovviamente l’obbiettivo è la qualificazione del personale ed il suo inserimento definitivo.

Ci si potrà candidare in qualità di esperti, di neolaureati, di neodiplomati o si potrà frequentare uno stage formativo. Come?

Cliccando su questi link ed inviando la propria libera candidatura. Buona fortuna.

http://www.enel.it/it-IT/carriere/selezione/

https://web7.cvwebasp.com/enel/formweb/formjp.asp?languageid=0

Authors: Claudia Zedda

Leggi originale su: http://www.worky.biz/6550/lavorare-con-enel.html

 

Menu Principale

Risorse Utili