Cose da sapere prima di partire

E-mail Stampa PDF
Terrei a riportare in questa sede un articolo scritto per Panorama, dove è stata intervistata Francesca Prandstraller, autrice di un manuale di sopravvivenza all’estero. Guardate cosa consiglia l’esperta!

“Se si fugge da qualcosa, non si trova la felicità!”. Francesca Prandstraller insegna risorse umane alla Bocconi di Milano ed è autrice di Vivere all’estero. Guida per una re location di successo (Egea,160 pagine, 16.50 euro), manuale per l’espatrio ricco di consigli pratici ed indirizzi utili, e avverte chi ha intenzione di partire.

L’erba del vicino è più verde?

Spesso le aspettative sono troppo alte, e le differenze da gestire all’estero sono tante. Solo se c’è l desiderio di aprirsi alle novità di un paese diverso si colgono le migliori opportunità.

Lei è mai espatriata?

Ho seguito mio marito in missione a Washington con due figlie. Esperienza bellissima, ma all’inizio anche molto faticosa.

Perché faticosa?

Nella prima settimana tutto sembra un magnifica avventura. Poi atterri nella realtà quotidiana e la nuova vita è complicata. Ma oggi sarebbe diverso, l’esperienza serve, aiuta.

Il primo consiglio?

Meglio trovarsi un lavoro prima di partire. E verificare quali titoli di studio sono riconosciuti nel nuovo paese.

Il secondo passo?

Visitare il nuovo paese in anticipo. Ma NON in vacanza: quindi non nella stagione migliore e non in un hotel di lusso.

E che cosa è utile osservare?

La qualità della vita: la sicurezza, ambiente, trasporti o cibi nei supermercati, valutando il costo dei prodotti e servizi. Perfino dettagli banali: in Giappone per esempio non usano il forno da cucina. E non è così insignificante ...

Concludo dicendo che se state pensando di cercare un lavoro all’estero e partire, da soli o con la famiglia, è meglio consultare società di risorse umane, ambasciate italiane e consolati italiani all’estero, siti web dei Paesi nei quali si progetta di espatriare. Il portale Just Landed raccoglie tutte le informazioni per vivere oltre confine e offerte di lavoro internazionali in 66 destinazioni.

Per restare nei Paesi UE, invece, si può consultare il sitoEures che offre consigli anche per creare curriculum vitae online o contattare un consulente.

Numerose le comunità di italiani espatriati che dispensano su Twitter, offerte di lavoro e consigli utili per la vita quotidiana: Vivi all’estero (@viviall_estero) ed Espatriati per caso (@EspatriatiXCaso).Per chi va con la famiglia c’è il sito: www.figt.org e http://expatchild.com.Mentre per la scuola dei figli ci sono: www.ibo.org e www.isbi.com.Per le donne, da visitare: http://www.expatclic.com!

Authors: Sambieuropei.it

Leggi originale su: http://feedproxy.google.com/~r/scambieuropei1/~3/s1IhA9P04D4/7030-cose-da-sapere-prima-di-partire

 

Menu Principale

Risorse Utili