Alla Telecom lo stage può valere l'assunzione

E-mail Stampa PDF
Brillante laurea scientifica e lingua inglese molto sicura. Due requisiti indispensabili a chi vuole candidarsi a uno dei ventinove stage messi a disposizione in questi giorni da Telecom, colosso delle telecomunicazioni che offre in Italia e all’estero servizi di telefonia, internet e televisione via cavo. «Le lauree più richieste ai candidati – spiegano dall’azienda – sono quelle in economia, matematica, statistica, scienze della comunicazione, ingegneria elettronica, informatica e automatica, design della comunicazione e dell’interazione, computer science e computer engineering. Gli stage durano sei mesi e le sedi di destinazione, in questo particolare caso, sono Roma, Torino, Milano, Catania, Pisa e Bolzano».Diversi, i settori di inserimento dei neolaureati: si va dalla realizzazione di prototipi alle soluzioni web per applicazioni, dal servizio 187 all’attività di back office, dall’innovazione attraverso standard di settore all’analisi del brand, passando per lo sviluppo di social networking su piattaforma Android o Ios e il monitoraggio ambientale. «Gli stage che si svolgono nei nostri uffici – continuano dal gruppo - sono retribuiti, con compenso in linea con quanto previsto dalle normative e allineati agli standard di mercato. Il tirocinio non assicura l’automatica assunzione al termine del percorso: ma gli stage, a fronte della presenza di un effettivo fabbisogno aziendale e di un’ottima performance e motivazione della persona, possono portare anche a un inserimento definitivo in azienda». Per candidarsi agli stage disponibili al momento bisogna cliccare sulla pagina dedicata. Per ulteriori informazioni sul gruppo Telecom, invece, visita il profilo aziendale su jobmeeting.it o il sito internet ufficiale.Barbara Diani20 gennaio 2015Foto: ufficio stampa TelecomAuthors: JobMeeting.it

Leggi originale su: http://www.jobmeeting.it/magazine/giovani-e-lavoro/sei-mesi-desperienza-retribuiti-alla-telecom-20012389

 

Menu Principale

Risorse Utili