Guida turistica - MILANO

E-mail Stampa PDF
PROVINCIA DI MILANO

Concorso (Scad. 12 gennaio 2015)

SESSIONE D’ ESAME ANNO 2014 PER IL CONSEGUIMENTO DELL’ ABILITAZIONE ALL’ ESERCIZIO DELLA PROFESSIONE DI «GUIDA TURISTICA».

Il Direttore della Direzione di Progetto Idroscalo, Sport e Turismo della Provincia di Milano RENDE NOTO CHE: sono indette le prove d’esame per l’abilitazione all’esercizio della professione di GUIDA TURISTICA La qualifica di Guida Turistica è attribuita a chi, per attività professionale, accompagna persone singole o gruppi di persone nelle visite ad opere d’arte, a musei, a gallerie, a scavi archeologici, illustrando le attrattive storiche, artistiche, monumentali, paesaggistiche, naturali, etnografiche e produttive (art. 66 comma 2 l.r. 15/07). MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE La domanda di ammissione all’esame di abilitazione all’esercizio della professione di Guida Turistica, ai sensi della l.r. 15/07, redatta in carta libera, deve essere presentata entro il termine perentorio – a pena di esclusione – di lunedì 12 gennaio 2015, secondo il modello (allegato 1). Le domande vanno inviate alla Provincia di Milano – Direzione di Progetto Idroscalo, Sport r Turismo Viale Piceno, 60 – 20129 Milano con le seguenti modalità: • a mezzo raccomandata A/R, farà fede il timbro e la data dell’ufficio postale di spedizione; • a mano nei seguenti orari: da Lunedì a Giovedì dalle 9,30 alle 12,00; • a mezzo posta certificata (PEC) indirizzata a protocollo@ pec.provincia.milano.it indicando come destinatario della comunicazione la Direzione di Progetto Idroscalo, Sport e Turismo e nell’oggetto «Esame Guida Turistica Sessione 2014». Entro la stessa scadenza devono altresì essere presentate le domande per l’esame suppletivo di lingua straniera (allegato 2), riservato ai candidati già abilitati all’esercizio della professione di Guida Turistica che intendano estendere l’abilitazione ad ulteriori lingue straniere, fra le 24 ufficiali riconosciute dalla U.E. oltre al cinese, giapponese, russo e arabo. L’idoneità nel colloquio in lingua straniera si ottiene dimostrando sia capacità di interagire con scioltezza e spontaneità rendendo possibile un’interazione naturale con i parlanti nativi senza sforzo per l’interlocutore, sia capacità di spiegare un punto di vista su un argomento fornendo i pro e i contro delle varie opzioni. Il candidato deve dichiarare, sotto la propria responsabilità, pena la non ammissione all’esame: - nome e cognome - luogo e data di nascita; - cittadinanza italiana o di altro Stato aderente all’Unione Europea. Sono equiparati i cittadini extracomunitari che hanno regolarizzato la loro posizione ai sensi della normativa vigente; - titolo di studio di istruzione secondaria di secondo grado (maturità) e indicazione dell’Istituto Statale o legalmente riconosciuto che lo ha rilasciato. Qualora il titolo di studio sia stato conseguito all’estero, lo stesso è ammesso previa presentazione di traduzione asseverata (in originale o copia conforme all’originale) da cui risulti l’equipollenza con il titolo italiano richiesto o che lo stesso consenta l’accesso a facoltà universitaria ITALIANA. L’equipollenza è determinata da un minimo di 12 anni di scolarità»; - una o più lingue straniere prescelte dal candidato fra le 24 ufficiali riconosciute dalla U.E. oltre al cinese, giapponese, russo e arabo; - indirizzo presso il quale vanno inviate eventuali comunicazioni - n. di telefono reperibile – indirizzo e-mail; - di essere a conoscenza che le modalità informative nei confronti dei candidati relativamente alla ammissione/ esclusione degli stessi ed alla convocazione delle prove scritte/orali avverranno esclusivamente tramite pubblicazione sul sito internet della Provincia di Milano all’indirizzo http://www.visitamilano.it/turismo/operatori/ professioni_turistiche; − di aver preso visione dell’informativa sul trattamento dei dati personali. Alla domanda deve essere allegata la ricevuta del versamento quale concorso spese, pari a € 110,50 effettuato sul conto corrente n. 1009/22 – ABI 03069 – CAB 01775 intestato a:

Provincia di Milano, Tesoreria provinciale BANCA INTESA SAN PAOLO – Piazza Oberdan, 4 - Milano - cod. IBAN IT86D0306901775000000100922 - indicando la causale «Esame Abilitazione Guida Turistica - Sessione 2014». I requisiti ed i titoli previsti dal bando debbono essere posseduti alla data di scadenza del termine stabilito nel presente bando per la presentazione delle domande. Non verrà effettuato alcun rimborso delle somme versate ai candidati che, per qualsiasi motivo, non partecipino ovvero non siano ammessi alla presente Sessione d’esame. La Provincia di Milano declina sin d’ora ogni responsabilità per l’eventuale dispersione di comunicazioni dipendenti da inesatte indicazioni del recapito da parte del candidato e da mancata oppure tardiva comunicazione del cambiamento d’indirizzo indicato nella domanda, o per eventuali disguidi postali non imputabili a colpa dell’Amministrazione stessa. La mancata dichiarazione relativa al possesso dei requisiti sopra indicati, ovvero il mancato versamento della quota quale concorso spese, la mancata sottoscrizione della domanda ed infine la verifica, ai sensi del T.U. D.P.R. 445/2000 del mancato possesso dei titoli e dei requisiti autocertificati nella domanda di partecipazione, costituiscono motivo di esclusione dalla prova d’esame.

La mancata presentazione nell’ora e nel luogo indicati ad una qualsiasi delle prove d’esame, da qualsiasi motivo causata, determinerà l’esclusione del candidato dalla presente Sessione d’esame. Argomenti oggetto del programma d’esame: - elementi storico - artistici, geografici, paesaggistici ed economici della provincia di Milano, con riferimenti anche alle località limitrofe; - elementi di cultura turistica generale, nozioni di storia, geografia e cultura generale dell’Italia; - nozioni fondamentali di storia dell’arte sull’Italia, dalle origini ad oggi; - conoscenza delle caratteristiche artistiche e storiche dei beni monumentali, religiosi ed archeologici; - conoscenza sotto il profilo storico ed artistico delle opere d’arte esposte al pubblico nei musei, nelle biblioteche e nelle gallerie pubbliche; - legislazione turistica, organizzazione pubblica del turismo e dei beni culturali a livello centrale, regionale e locale, le Pro Loco; - norme e compiti inerenti l’esercizio dell’attività professionale di Guida turistica; - conoscenza di almeno una lingua straniera prescelta dal candidato fra le 24 ufficiali riconosciute dalla U.E. oltre al cinese, giapponese, russo e arabo. L’idoneità nel colloquio in lingua straniera si ottiene dimostrando sia capacità di interagire con scioltezza e spontaneità rendendo possibile un’interazione naturale con i parlanti nativi senza sforzo per l’interlocutore, sia capacità di spiegare un punto di vista su un argomento fornendo i pro e i contro delle varie opzioni. Le prove d’esame per GUIDA TURISTICA, si svolgeranno con le seguenti modalità: PROVA SCRITTA (da redigersi in lingua italiana) Lo scritto, consiste nella risposta ad un test informatico (domande a risposta multipla) contenuto in una delle tre buste che sarà scelta per estrazione da un candidato, tra quelle predeterminate dalla Commissione d’esame vertente sugli argomenti oggetto del programma d’esame. La durata della prova scritta ed i criteri di valutazione verranno comunicati ai candidati il giorno di effettuazione della prova stessa. Per l’ammissione alla prova orale il candidato deve conseguire il giudizio di «idoneità» nella prova scritta. PROVA ORALE Serie Avvisi e Concorsi n. 52 - Mercoledì 24 dicembre 2014 – 438 – Bollettino UfficialeI candidati ammessi alla prova orale sosterranno un esame su: - contenuti della prova scritta e del programma d’esame; - colloquio in una o più lingue straniere prescelte dal candidato fra le 24 ufficiali riconosciute dalla U.E. oltre al cinese, giapponese, russo e arabo. L’idoneità nel colloquio in lingua straniera si ottiene dimostrando sia capacità di interagire con scioltezza e spontaneità rendendo possibile un’interazione naturale con i parlanti nativi senza sforzo per l’interlocutore, sia capacità di spiegare un punto di vista su un argomento fornendo i pro e i contro delle varie opzioni. Il giudizio di idoneità nella prova orale si raggiunge ottenendo sia l’idoneità nel colloquio in lingua straniera che l’idoneità nell’esame relativo alle altre materie orali. L’esito finale dell’esame è espresso con giudizio di «idoneità» o «non idoneità» e verrà comunicato a ciascun candidato. Sono abilitati all’esercizio della professione di Guida Turistica i candidati che abbiano conseguito l’idoneità nelle due prove d’esame. Ai candidati risultati idonei, la Provincia di Milano rilascia un tesserino personale di riconoscimento. La presente procedura d’esame non costituisce concorso per l’accesso al pubblico impiego. L’elenco dei candidati ammessi, il calendario delle prove d’esame sia scritto che orale, nonché la sede dello svolgimento delle stesse, saranno comunicati ai candidati esclusivamente tramite pubblicazione sul sito internet della Provincia di Milano all’indirizzo http://www.visitamilano.it/turismo/operatori/professioni_turistiche . Ogni informazione può essere richiesta alla Provincia di Milano Direzione di Progetto Idroscalo, Sport e Turismo - Ufficio Professioni Turistiche Viale Piceno, 60 – 20129 Milano e mail: esamiturismo@provincia.milano.it o visitando il sito Internet http://www.visitamilano.it/turismo/ operatori/professioni_turistiche  Milano, 9 dicembre 2014 Il direttore della direzione di progetto idroscalo, sport e turismo Alberto Di Cataldo

Authors: Concorsi.it

Leggi originale su: http://www.concorsi.it/scheda/146845

 

Menu Principale

Risorse Utili