PAS: ENTRO META’ NOVEMBRE ELENCHI E ATTIVAZIONE CORSI E CHIARIMENTI SU TITOLI SERVIZIO

E-mail Stampa PDF

imagepas percorsi formativi abilitantiIl Miur ha sollecitato gli Uffici Scolastici a procedere in tempi brevi all’accertamento dei requisiti in modo da poter pubblicare gli elenchi entro metà novembre e di conseguenza attivare i corsi.  Il Miur scrive “In attesa dell’imminente adozione del decreto, con il quale questo Ministero fornirà le istruzioni relative all’attivazione dei corsi, come previsto dall’art. 3 comma 12 e dall’art. 6 comma 3 del D.D.G. n. 58 del 25.07.2013, si invitano le SS.LL. a voler concludere in tempi brevi le procedure di accertamento del possesso dei requisiti di accesso ai PAS.”

 Intanto, alcune regioni si sono attivate con “controlli campione”. Dalla Calabria, per esempio, si fa sapere che “Per i Percorsi Abilitanti in Calabria sono stati assegnati all’Ufficio Scolastico di Catanzaro sono stati assegnati i controlli sulle seguenti classi di concorso: A033, A034, A035, A036, A037, A038, A039, A040, A042 e A043 per un totale di 304 domande. Il controllo a campione verrà effettuato sul 10% delle domande prodotte per ogni classe di concorso.”

Giunge intanto notizia che tutte le università della Lombardia hanno dichiarato la propria disponibilità all’organizzazione dei corsi previsti per la scuola secondaria, mentre si registrano resistenzeda parte delle facoltà di Scienze della formazione, come evidenziato di recente dalla Cisl Scuola Lombardia. L’elevato numero di candidati che hanno presentato la domanda non facilita l’organizzazione che quindi dovrà essere gestita a livello centrale. Dovrà quindi essere disposta una direttiva ministeriale nazionale per decidere come dividere i candidati in più annualità. Nel frattempo l’USR Lombardia ha comunicato che è in corso la valutazione dei requisiti di accesso.

La comunicazione del MIUR

Percorsi abilitanti speciali – chiusura procedura di accertamento dei requisiti diaccesso.

In attesa dell’imminente adozione del decreto, con il quale questo Ministero fornirà leistruzioni relative all’attivazione dei corsi, come previsto dall’art. 3 comma 12 e dall’art. 6comma 3 del D.D.G. n. 58 del 25.07.2013, si invitano le SS.LL. a voler concludere in tempibrevi le procedure di accertamento del possesso dei requisiti di accesso ai PAS.Con l’occasione, si forniscono alcune indicazioni in merito al riconoscimento deiservizi validi per l’accesso:1. Ai fini del raggiungimento dei requisiti di servizio validi per l’accesso, è valutabile il servizioprestato nell’ anno scolastico, ossia quello corrispondente ad un periodo di almeno 180giorni ovvero quello valutabile come anno di servizio intero, ai sensi dell’art. 11, comma 14,della legge 3 maggio 1999 n. 124,corrispondente al servizio prestato ininterrottamente dal 1febbraio fino al termine delle operazioni di scrutinio finale.

2. Non è valido il servizio prestato come educatore per accedere ai percorsi abilitanti specialiper la scuola primaria e dell’infanzia.3. Il servizio prestato dai docenti incaricati di religione non è valutabile ,ai fini dellapartecipazione al P.A.S., poiché non riconducibile ad alcuna classe di concorso o tipologia diposto.4. E’ valido il servizio di insegnamento prestato presso le istituzioni scolastiche italianeall’estero.5. E’ valido il servizio prestato su posto di sostegno, anche senza il possesso del titolo dispecializzazione, purché riconducibile alla classe di concorso o alla tipologia di postorichiesta. Ministero I.U.R. Dip. per l’Istruzione Dir. Gen. per il personale dellascuola

6. E’ valido il servizio giuridico in costanza di contratto.Pertanto, il periodo di congedo per dottorato di ricerca e maternità o congedo parentale èutile ai fini della valutazione del servizio necessario per l’accesso ai PAS, purché se ne siausufruito in costanza di contratto e purché sia stato prestato un anno di effettivo servizio.7. E’ valutabile il servizio giuridico del cosiddetto “Salva-precari”, compreso quindi quello suprogetti regionali ai sensi del DL 134/09 come convertito dalla Legge 167/09 e ai sensiDD.MM. n. 82 e n.100 del 2009, n.68 e 80 del 2010 e DM 92 del 2011. Il servizio èriconosciuto per l’intera durata del progetto.E’ fatto salvo il requisito di almeno un anno di servizio nella classe di concorso o tipologia diposto richiesta.8. Il servizio prestato nei licei musicali è valutabile ai fini della maturazione del requisito deitre anni di servizio previsto dal DDG 58/13. Tale servizio deve essere obbligatoriamenteriferito alla specifica classe di concorso (A031, A032 o A077) dalle cui graduatorie si è statinominati.In caso di nomina sulla base delle convenzioni con i Conservatori di Musica previste ilcandidato può scegliere di imputare il servizio in una delle seguenti classi di concorso: A031,A032 o A077. La scelta deve essere coerente con il titolo di studio di accesso previsto per lesuddette classi di concorso.9. I servizi prestati con contratti atipici, non da lavoro dipendente, ove stipulati nelle scuoleparitarie per insegnamenti curricolari rispetto all’ordinamento delle scuole stesse e svoltisecondo le medesime modalità continuative delle corrispondenti attività di insegnamentodelle scuole statali, debitamente certificati con la data di inizio e termine del servizio stesso,sono valutati per l’intero periodo, secondo i medesimi criteri previsti per i contratti di lavorodipendente.Sono valutabili i servizi prestati con contratto d’opera o di collaborazione coordinata econtinuativa per tutti gli insegnamenti definiti come curricolari nel Piano dell’OffertaFormativa di ciascuna scuola, che siano riferibili a posto di insegnamento o a classe diconcorso limitatamente ai giorni di effettivo servizio .10. E’ valutabile il servizio svolto nelle scuole paritarie purché sia stato prestato per 180giorni e sia riconducibile ad insegnamenti curricolari.11. E’ valutabile il servizio svolto a partire dall’anno scolastico 2008/09 nei centri diformazione professionale, limitatamente ai corsi accreditati dalle Regioni per garantirel’assolvimento dell’obbligo di istruzione, se il servizio sia stato svolto per l’intera durata delprogetto formativo. Il servizio è valutabile se esso sia riconducibile alle classi di concorsodefinite dalle tabelle di corrispondenza previste dall’Intesa relativa alle linee guida per larealizzazione di organici raccordi tra i percorsi di istruzione degli istituti professionali statali ei percorsi di istruzione e formazione professionale regionali (Intesa del 16/12/2010). Ministero I.U.R. Dip. per l’Istruzione Dir. Gen. per il personale dellascuola

12. E’ comunque valido, nelle more dell’adozione del nuovo decreto di modifica al D.M.249/2010, il servizio svolto nell’anno scolastico 2012/13.13. Sono regolarizzabili le istanze prive di alcune informazioni se sia interpretabile inmaniera chiara e univoca la volontà dell’aspirante (es. indicazione dei tre anni di servizio mamancata indicazione del titolo di studio o degli esami sostenuti/crediti richiesti).

Authors: Redazione Bloglavoro

Leggi originale su: http://feedproxy.google.com/~r/Bloglavorocom/~3/d00TnoxGUkU/pas-entro-meta-novembre-elenchi-e-attivazione-corsi-e-chiarimenti-su-titoli-servizio.htm

 

Menu Principale

Risorse Utili