SARDEGNA: LICENZIATA PERCHE’ DURANTE L’ALLUVIONE VA A SALVARE LA SORELLA

E-mail Stampa PDF

imageScandaloso comportamento di un datore di lavoro in Sardegna che licenzia per assenza sul lavoro durante l’alluvione. Era andata a salvare la sorella in pericolo.

Licenziata con un sms perché non era andata al lavoro. Ma lei quel giorno si era precipitata a soccorrere la sorella, che a causa dell’alluvione che ha piegato la Sardegna aveva perso tutto. Una giovane colf di Olbia, Alessandra Dalu, ha raccontato l’ingiustizia subita all’emittente regionale Cinque Stelle Sardegna. La donna, madre di una bambina e sposata con un un operaio disoccupato, faceva la collaboratrice domestica per un noto imprenditore di Olbia. Secondo il suo racconto, martedì scorso, con un messaggio, aveva avvisato il datore di lavoro che non sarebbe potuta andare al lavoro per soccorrere la sorella, anche lei vittima dei danni causati dall’alluvione. E’ andata a spalare fango da una casa popolare, in via Campidano.

Sarebbe dovuta tornare a lavoro domani. Invece, il suo datore di lavoro le ha comunicato, tramite sms, che i suoi servizi non erano più necessari. Per questo la donna, molto amareggiata, ha deciso di denunciare l’episodio. Da due anni lavorava quattro ore al giorno, percependo uno stipendio di circa 550 euro al mese, versati in nero. Non era mai riuscita ad ottenere un regolare contratto.

Fonte: La Repubblica

Authors: Redazione Bloglavoro

Leggi originale su: http://feedproxy.google.com/~r/Bloglavorocom/~3/AvsA29SQvUM/sardegna-licenziata-perche-durante-lalluvione-va-a-salvare-la-sorella.htm

 

Menu Principale

Risorse Utili