Lazio, finanziamenti partecipativi alle startup

E-mail Stampa PDF

Data:30/12/2014 ore 12.00

Area geografica:Rieti, Viterbo, Roma, Frosinone, Latina

La Regione Lazio ha istituito il Fondo  per prestiti partecipativi alle startup, destinato a finanziare l’aumento di capitale sociale di quest’ultime ed il conseguente incremento di patrimonio netto, tramite il quale sono concessi dei finanziamento a tasso agevolato  dell’1%, di durata quinquennale senza garanzie, con un limite di 200.000 euro ad operazione.

Possono accedere alle risorse del Fondo le imprese costituite, da non più di 48 mesi, nella forma di società di capitali (tranne quelle a socio unico) con sede operativa nella Regione Lazio o che si impegnino ad attivarne una. È, inoltre, necessario che l’impresa

  • possa annoverare all’interno della compagine societaria, come risultante a seguito dell’aumento di capitale, uno o più soggetti con adeguata esperienza e competenza nel business di riferimento, la cui partecipazione complessiva non sia inferiore al 20%
  • abbia deliberato un aumento del capitale sociale in modo che il patrimonio netto risultante a seguito di detto aumento, nonché dall’eventuale cessione di quote con eventuale sovrapprezzo, risulti essere almeno pari al prestito partecipativo richiesto
  • abbia, i soci, completamente sottoscritto l’aumento di capitale deliberato (o almeno la quota pari al finanziamento richiesto) e versato in misura almeno pari al 25%, con impegno dell’organo amministrativo a richiamare il versamento del 50 % della quota rimanente nel corso del 3° esercizio dalla data di sottoscrizione del contratto di finanziamento, e l’ulteriore 50% comunque in data antecedente di almeno due mesi la scadenza del rimborso del prestito partecipativo
  • oppure, si impegni affinché le condizioni di cui ai punti precedenti siano soddisfatte al momento di sottoscrizione del contratto di finanziamento.
Saranno scelti, da un Commissione di valutazione indipendente apposita, i progetti imprenditoriali  valutati positivamente da un punto di vista della sostenibilità economico-finanziaria, della portata innovatività e del potenziale di sviluppo, nonché della compagine imprenditoriale proponente.

C’è tempo fino al 31 gennaio 2015 per presentare domanda di ammissione al beneficio in via telematica tramite www.porfesr.lazio.it e www.sviluppo.lazio.it.

Vai alla pagina del bando

Scopri come sostenere l’avvio della tua attività in proprio nellasezione dedicata di Cliclavoro!

Authors: ClicLavoro.gov

Leggi originale su: http://www.cliclavoro.gov.it/Clicomunica/News/2014/Pagine/Lazio-finanziamenti-partecipativi-alle-startup.aspx

 

Menu Principale

Risorse Utili