L`infortunio sul lavoro quando il dipendente non è in regola

E-mail Stampa PDF
image

di Valeria ZeppilliAttraversol'assicurazione obbligatoria contro gli infortuni sul lavoro, il nostro ordinamento tutela i lavoratori da qualsiasi incidente avvenuto per causa violenta, in occasione di lavoro, dal quale gli sia derivata la morte, l'inabilit permanente o l'inabilit temporanea assoluta per pi di tre giorni.

Il danno, per essere indennizzabile,deve essere in rapporto di causa-effetto con l'attivit lavorativa e pu essere quindi provocato da elementi dell'apparato produttivo, da situazioni ricollegabili all'attivit lavorativa o da situazioni o fattori propri del lavoratore, anche derivanti da sua colpa.

Non rientrano nel campo di operativit della tutela, quindi, gli infortuni che conseguono a un comportamento estraneo al lavoro, quelli che il lavoratore simula o quelli le cui conseguenze sono dolosamente aggravate dal lavoratore stesso.

Il tipo di indennizzo che l'Inail riconosce a seguito di infortunio dipende dal grado di menomazione riportata: se questa inferiore al 6% al lavoratore non spetta nulla, se invece compresa tra il 6% e il 15% d luogo a un indennizzo in capitale, se infine supera il 15% d luogo a un indennizzo in rendita.

Quelle sinora brevemente riepilogate sono le condizioni fondamentali affinch un infortunio sul lavoro possa considerarsi rientrante nel campo di operativit della tutela prestata dall'Inail.

Tra di esse non rientra la regolarit del rapporto: le prestazioni sono infatti erogate purch sia stata riconosciuta un'invalidit da lavoro a seguito di un infortunio sul lavoro, anche se il rapporto di lavoro irregolare.

Ci in quanto nel nostro ordinamento vige il principio dell'automaticit delle prestazioni che tutela il lavoratore anche se il datore di lavoro non lo ha assicurato o non in regola con il pagamento dei contributi (ma che non si applica in caso di lavoro autonomo).

Chiaramente per l'Inail, quando riceve una denuncia di infortunio relativa a un rapporto di lavoro irregolare, prima di attivare la tutela verifica tramite si suoi ispettori l'effettivit di quanto dichiarato.

Occorre comunque ricordare che, in ogni caso, il diritto alle prestazioni viene meno dopo tre anni e centocinquanta giorni da quello in cui si verificato l'infortunio o in cui i postumi hanno raggiunto la misura minima indennizzabile.

Authors: Studio Cataldi

Leggi originale su: http://www.studiocataldi.it/articoli/23569-l-infortunio-sul-lavoro-quando-il-dipendente-non-e-in-regola.asp

 

Menu Principale

Risorse Utili