Expo 2015. I sindacati chiedono chiarimenti al Governo sul nodo delle risorse

E-mail Stampa PDF

31/07/2013

I sindacati hanno chiesto al Governo di fare chiarezza sulle reali risorse da poter mettere in campo in occasione dell'Expo 2015, in particolare per alleggerire il peso del fisco su apprendistato breve e contratti a termine. È questa la richiesta sottolineata dai sindacati al termine del tavolo al ministero del Lavoro."Nel corso dell'incontro di oggi con il ministro del Lavoro, la Cisl ha ribadito che le intese già raggiunte sul territorio milanese ed in particolare l'accordo tra Cgil, Cisl e Uil e la società Expo, relativo al sito espositivo, dimostrano che le parti sociali riescono ad individuare soluzioni contrattuali sulle materie del lavoro senza la necessità di interventi legislativi". Lo sostiene in una nota il segretario confederale Cisl Luigi Sbarra al termine dell'incontro di questa mattina col ministro del lavoro Enrico Giovannini.

"Proprio sulla base di quest'ultimo accordo è ora possibile, ed in tal senso c'è ampia disponibilità della Cisl, giungere, nei tempi indicati dal Governo, ad un accordo quadro più complessivo tra le parti sociali a livello nazionale, per potenziare gli effetti occupazionali di questo grande evento - sottolinea - accordo che ovviamente sarà circoscritto ad un ben definito arco temporale, ma a condizione che la richiesta datoriale di maggiore flessibilità delle tipologie contrattuali e delle prestazioni lavorative si trasformi in maggiori tutele formative e retributive per i lavoratori e che le associazioni datoriali presentino un quadro di investimenti collegati all'Expo"."In vista del proseguimento del confronto tra le parti, abbiamo chiesto al Governo - conclude Sbarra - di avere, in tempi brevi, un quadro delle risorse che potranno essere rese disponibili per supportare l'accordo quadro, a partire dalla richiesta comune di tutte le parti sociali di ridurre a zero gli oneri contributivi per l'apprendistato, nonchè di ampliare da 29 a 35 anni la fascia di età delle assunzioni incentivate".

E giovedì primo agosto le parti sociali, sindacati e imprese, si incontreranno per avviare un confronto tra di loro sulle nuove regole per l'Expo 2015, dopo la partenza del tavolo al ministero del Lavoro. È quanto fanno sapere i sindacati al termine dell'incontro al ministero del Welfare. (Fonte Conquiste del Lavoro)

Authors: CISL Ial

Leggi originale su: http://www.ialnazionale.it/ial/it/IAL_Nazionale/News/info118591529.htm

 

Menu Principale

Risorse Utili