Primo quaderno di monitoraggio della riforma del lavoro

E-mail Stampa PDF

28/01/2014

"Il monitoraggio e la valutazione delle riforme legislative costituiscono uno strumento indispensabile per migliorare la produzione normativa e accrescere l'efficacia degli interventi, soprattutto in presenza di risorse scarse". Lo sottolinea il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali Enrico Giovannini nella sua introduzione al Primo Quaderno del Sistema permanente di monitoraggio delle politiche del lavoro, diffuso oggi. La pubblicazione, corredata da un'ampia serie di tabelle sul sito del Ministero, fa il punto sul primo anno di applicazione della Legge n. 92/2012 , che ha previsto l'istituzione di un tale Sistema, attuando così le raccomandazioni dell'Unione Europea.

Nell'introduzione, il Ministro Giovannini illustra i numerosi interventi varati in attuazione del programma di Governo, nell'ambito di una strategia di rafforzamento delle politiche attive del lavoro. Il documento elenca i primi provvedimenti adottati da giugno fino a quelli contenuti nella Legge di stabilità, finalizzati alla riduzione del costo del lavoro, in particolare su quello stabile e per i giovani neoassunti, all'aumento della flessibilità in entrata (semplificazione del contratto di apprendistato, eliminazione di restrizioni sui contratti a termine, ecc.), a promuovere l'imprenditoria giovanile, al sostegno a persone disabili e non autosufficienti, allo sviluppo di forme di reddito minimo, soprattutto per famiglie bisognose con figli."

Fonte: Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

 

Per saperne di più

Primo quaderno di monitoraggio della riforma del lavoro. Il Ministro Giovannini: "Rafforzare le politiche attive per favorire l'incontro tra domanda e offerta" - www.lavoro.gov.i

 

Authors: CISL Ial

Leggi originale su: http://www.ialnazionale.it/ial/it/IAL_Nazionale/News/info-1346409858.htm

 

Menu Principale

Risorse Utili