Contratto a termine e apprendistato: le principali novit del Decreto - Legge Lavoro

E-mail Stampa PDF

02/04/2014

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale n.66 del 20 marzo 2014 il testo del decreto legge 20 marzo 2014, n.34, varato dal Consiglio dei Ministri lo scorso 12 marzo.

Il decreto legge agisce in particolare su due fronti: elimina alcuni vincoli inerenti ai contratti di assunzione a tempo determinato e riduce gli obblighi burocratici per le aziende che assumono un apprendista.

Nello specifico, per quanto riguarda le assunzioni a tempo determinato, viene meno il cosiddetto "causalone", ovvero l'obbligo per il datore di lavoro di indicare il motivo per cui il dipendente è stato inquadrato con un contratto a tempo determinato e non con un rapporto stabile. Secondo le disposizioni della Riforma Fornero, il causalone non era necessario soltanto nei primi 12 mesi dall'assunzione, diventando obbligatorio dal secondo anno in poi.  Per le assunzioni a termine restano in vigore due vincoli: la durata massima del contratto è fissata a 36 mesi e l'utilizzo di queste forme di inquadramento non può superare il 20% dell'organico di un'azienda.

E' previsto inoltre uno snellimento degli adempimenti burocratici dell'apprendistato, ossia dei contratti di inserimento e formazione destinati ai giovani con meno di 29 anni. La riforma Fornero prevedeva l'obbligo per il datore di lavoro di redigere in forma scritta, oltre al contratto stesso, anche l'intero piano di formazione professionale previsto per l'apprendista. Tale vincolo viene eliminato dal governo Renzi. Per l'azienda vengono meno anche altri doveri come quello di integrare la formazione professionale erogata all'interno dell'impresa con quella fornita da enti pubblici, in particolare dalle Regioni. E' prevista anche una sforbiciata alla retribuzione dell'apprendista nelle ore di lavoro dedicate alle attività di formazione (potranno essere pagate con un compenso pari al 35% di quanto stabilito dal contratto nazionale per un inquadramento di pari livello). Viene meno inoltre la regola per cui l'assunzione di nuovi giovani con contratto di apprendistato è condizionata alla conferma in servizio di altri apprendisti reclutati in precedenza, al termine del periodo formativo.

Per saperne di più

Il testo integrale del decreto

Authors: CISL Ial

Leggi originale su: http://www.ialnazionale.it/ial/it/IAL_Nazionale/News/info-1149152471.htm

 

Menu Principale

Risorse Utili